Programma Europeo Italia-Francia Marittimo. Scambi di studenti

    castello

    Programma Europeo Italia-Francia Marittimo. Scambi di studenti

    Finanziati con oltre 12 milioni di euro i tre progetti presentati in cooperazione da Corsica, Liguria, Toscana e Sardegna. Riguardano gli scambi degli studenti delle regioni marittime italiane e francesi

    Alla base dei progetti finanziati c’è la necessità di valorizzare le risorse culturali legate al mare e di affrontare i problemi della tutela del paesaggio nonché quella di favorire gli spostamenti di cose e persone per mezzo di infrastrutture idonee.

    Ogni Regione è capofila di uno dei progetti. Per fare un esempio: la Toscana si è impegnata sul progetto 3i Plus, sulla mobilità; la Corsica sul progetto Accessit, per la valorizzazione del patrimonio culturale legato al mare.
    Ma non si tratterà solo di 12 euro di finanziamenti europei per la realizzazione di questi programmi: arriveranno presto altri fondi – 36 milioni di euro – per implementare i progetti in corso e per attivare nuovi interventi per le infrastrutture, i trasporti, l’innovazione e la ricerca, la protezione ambientale, le energie rinnovabili.
    Parte di questi fondi serviranno per sostenere la mobilità degli studenti all’estero, ma soprattutto per creare reti di imprese che superino i confini nazionali, delle filiere produttive nate grazie ad alleanze strategiche alle quali sono invitate a partecipare imprenditori ed imprenditrici delle regioni marittime italiane e francesi.