A Milano il primo concorso internazionale in materia sanitaria per studenti master

logo

A Milano il primo concorso internazionale in materia sanitaria per studenti master

È il primo concorso in Europa in materia di salute. Scopo del progetto è migliorare la qualità dei servizi offerti, attraverso la gestione dei sistemi sanitari.

La Competition, in collaborazione con Novartis, mira a promuovere dibattiti sui problemi di salute coinvolgendo giovani professionisti e studenti Master. Iscrizioni entro il 22 aprile

La gara si svolgerà il 30 e il 31 maggio e coinvolgerà scuole di tutto il mondo, le quali potranno inviare squadre di quattro partecipanti ciascuna capeggiate da un docente advisor. La squadra vincitrice riceverà un premio di 5 mila euro. Alloggio e spese di viaggio saranno a carico dei partecipanti, il vitto invece sarà a carico della Bocconi. Il tema del concorso è segreto: esso verrà inviato alle squadre solo 2 settimane prima dell’apertura della gara.
L’idea è tutta femminile. Infatti sono due giovani donne le organizzatrici della prima competizione internazionale sui problemi della salute (International Healthcare Case Competition): Amelia Compagni e Aleksandra Torbica. Entrambe provenienti dal Cergas (Centro di Ricerca sulla Gestione dell’Assistenza Sanitaria e Sociale) dell’Università Bocconi di Milano, la prima laureata in Scienze Biologiche si occupa ora, come Assegnista di Ricerca, di valutazione e management di tecnologie biomedicali, di innovazioni in materia, politiche sanitarie e management in rete. La Torbica, invece, laureata in Farmacia a Belgrado (Jugoslavia), oggi Assistant Professor, dopo il MSc of International Health Care Management, Economics and Policy (MIHMEP) all’Università Bocconi ed un Dottorato di Ricerca in Economie delle Aziende e Amministrazioni Pubbliche all’Università di Parma, orienta il suo studio sui sistemi di finanziamento delle innovazioni tecnologiche in materia sanitaria, occupandosi così di valutazione dei programmi ed interventi sanitari, di costi delle prestazioni sanitarie, di politica del farmaco.

Gli obiettivi

L’obiettivo del progetto è quello di “ospitare il primo concorso in Europa in materia di salute” afferma la Dott.ssa A. Compagni, attraverso la gestione dei sistemi sanitari, migliorando così la qualità dei servizi offerti a pazienti e cittadini. La Competition, in collaborazione con Novartis, mira a promuovere dibattiti sui problemi di salute coinvolgendo giovani professionisti, studenti Master, in particolare MBA (Master in Business Administration), MIHMEP (Master of International Health Care Management, Economics and Policy), MPA (Master of Public Administration) da tutto il mondo.
Il concorso, inoltre, vuol promuovere soluzioni relative alla salute sia nel settore pubblico che in quello privato, cercando di “creare e/o rafforzare” continua la Compagni “le reti a livello internazionale con altre importanti università” mirando alla creazione di nuovi studi e potenziali progetti di ricerca. L’esempio di alcune importanti università americane in materia di progetti di ricerca sul tema della Salute-Sanità invita l’Europa a spostare la sua attenzione dai molti concorsi banditi su questioni di management/corporate, per concentrarla invece sullo specifico argomento della Sanità.

Lo svolgimento

“La gara” spiega ancora la ricercatrice “si svolgerà in SDA Bocconi, (la scuola di management dell’università milanese) nei giorni del 30 e 31 maggio 2011 e coinvolgerà scuole di tutto il mondo”. Hanno già confermato la loro presenza la China Europe International Business School di Shanghai, la Kingston University Business School, la Luiss, il Management Center di Innsbruck (MCI) e l’Erasmus University di Rotterdam (RSM). Anche la stessa SDA Bocconi presenterà le sue squadre partecipanti. “Ogni scuola dovrà formare un team di quattro studenti ed un docente advisor” aggiunge la Compagni “e confermare la propria partecipazione indicando i nomi dei membri della squadra entro il 22 aprile 2011. Secondo regolamento alloggio e spese di viaggio saranno a carico dei partecipanti ad eccezione della ristorazione che sarà garantita dalla SDA Bocconi per tutto il corso della competition”.
Ogni squadra riceverà il tema del concorso due settimane prima dello svolgimento della gara, che verrà organizzata in tre rounds di presentazioni, a Milano, al cospetto di un panel di giudici. Nei primi due rounds tutte le squadre esporranno il proprio progetto ricevendo un attestato di partecipazione, invece l’ultimo round, quello finale, coinvolgerà solo le migliori tre squadre, di cui la vincitrice si aggiudicherà un premio di 5.000 euro.
Questa gara sarà un’opportunità per intavolare una discussione, attraverso progetti concreti e soprattutto a livello internazionale, sul tema caro a tutti della Sanità, sulle eventuali innovazioni da apportare attraverso sistemi e tecnologie sempre più moderni e all’avanguardia.

Per info più dettagliate e modalità di partecipazione consultare il sito: http://www.sdabocconi.it/en/compete_for_healthcare/home/

Daniela Auciello

Condividi