Tirocinio professionale per diventare commercialisti

Tirocinio professionale per diventare commercialisti

Abbreviati i tempi per gli studenti dei corsi magistrali della Bocconi di Milano che intendono iscriversi all’Albo dei commercialisti

L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (ODCEC) di Milano ha firmato un accordo con l’Università Bocconi che prevede l’esonero della prima prova dell’esame di Stato per le due sezioni dell’Albo: al suo posto si potranno svolgere i regolari corsi del biennio di laurea magistrale che comprendono mille ore di tirocinio professionale.

Con questo atto, il primo del genere, prende il via la realizzazione della Convenzione Quadro prevista dall’art. 43 del decreto legislativo 139/2005 stipulata tra il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.

L’accordo è stato sottoscritto dal Rettore dell’Università Bocconi, Guido Tabellini, e dal presidente dell’ODCEC, Alessandro Solidoro, i quali si sono impegnati a cambiare le regole a partire dal prossimo anno accademico (2011/2012).

Il nuovo percorso di accesso alla professione permetterà ai giovani di avvicinarsi sempre più al mondo del lavoro: all’età di 25 anni infatti un giovane che abbia terminato l’intero corso di studi potrà iscriversi direttamente all’Albo. L’Ordine stesso nominerà un proprio referente organizzativo per la realizzazione del tirocinio in convenzione
all’interno dei corsi idonei ad intraprendere la professione di commercialista ed esperto contabile.

L’unione della pratica con la teoria permette un inserimento più semplice nel mondo lavorativo e permette anche di adeguarsi agli standard formativi degli altri Paesi europei. Come spiega il Presidente Alessandro Solidoro, “gli studenti di oggi sono il futuro della nostra categoria e la competitività a livello internazionale si gioca anche sul piano anagrafico. Punta all’Europa anche la laurea Magistrale in Economia e Legislazione per l’impresa, conforme per contenuto formativo agli accordi internazionali finalizzati ad assicurare la libera circolazione dei professionisti contabili nell’ambito della UE”.

Il rettore Guido Tabellini ha dichiarato che “l’accordo firmato con l’Ordine di Milano rientra tra le azioni che la Bocconi mette in campo per agevolare sempre più l’ingresso nel mondo del lavoro dei propri laureati sia nell’ambito delle libere professioni sia in quello aziendale o delle istituzioni nazionali e internazionali”.

Condividi