A Bari in dodicimila contro il tumore al seno

banfi, cucinotta donne in rosa

A Bari in dodicimila contro il tumore al seno

In dodicimila in corsa per la quinta edizione di “Race for the cure – di corsa contro il tumore al seno”, minimaratona organizzata dal Comitato Regionale Puglia della Susan G. Komen Italia. È quanto accaduto lo scorso 29 maggio nel capoluogo pugliese. Tra i dodicimila corridori per un giorno, settecento Donne in rosa

A tagliare il traguardo per primi Ivano Musardo e Rodolfo Guastamacchia, Sabatina Oziosi per le Donne in rosa e Antonia Mele per la categoria femminile. Alla premiazione, presenti le due madrine d’eccezione: Maria Grazia Cucinotta e Rossana Banfi.

“Voi mi date la forza di continuare a combattere al vostro fianco contro questa malattia, anche perché mi rendo conto che se non lo fai non hai capito perché vivi”. Con queste parole Maria Grazia Cucinotta ha salutato l’esercito in corsa che ha attraversato la città di Bari. Sul palco di fronte al popolo bianco e rosa della Race of the Cure anche Rossana Banfi, madrina delle “Donne in rosa” e ambasciatrice della prevenzione. “La mia presenza qui è la concreta dimostrazione che io e voi ci siamo e che è possibile esserci nonostante la malattia”, ha commentato commossa la Banfi.

Sul palco i momenti di musica e spettacolo, capitanati dall’icona della “baresità” Gianni Ciardo, si sono alternati a minuti di grande coinvolgimento, come quando la note dell’Inno di Mameli hanno riempito la piazza, fino all’inno alla vita di “Io sono ancora qui” di Vasco Rossi, colonna sonora del lancio dei palloncini.
Tra le novità di questa quinta edizione, una chicca gastronomica pugliese: le orecchiette rosa, presentate in anteprima sul palco e ideate per la speciale occasione dalle volenterose donne della città vecchia di Bari.
donne in rosa
I fondi raccolti attraverso le iscrizioni alla Race for the Cure di Bari serviranno a finanziare numerosi progetti nella lotta ai tumori al seno in Puglia, realizzati sia dalla Komen Italia che da altre associazioni. Fra questi, corsi di aggiornamento per operatori sanitari coinvolti nella cura delle patologie del seno; programmi di educazione alla prevenzione per donne sane e studenti; servizi clinici per il recupero del benessere psico-fisico delle donne operate ed acquisto di apparecchiature di diagnosi e cura dei tumori del seno.

Prossime tappe per la corsa: quelle di Bologna (25 settembre 2011) e Napoli (9 ottobre 2011).

 

Roberta Genghi

Condividi