Donne… che impresa! – Quattro film raccontano l’imprenditoria femminile

donne che impresa

Donne… che impresa!

A Firenze quattro film raccontano l’imprenditoria femminile. Un progetto di comunicazione della Camera di Commercio fiorentina per avvicinare il pubblico al mondo dell’imprenditoria, con particolare riguardo alle problematiche femminili nel mondo del lavoro

Se conciliare tempi di vita e tempi di lavoro può essere faticoso, specialmente per le donne imprenditrici, è interessante e istruttivo prendere ispirazione dalle storie di donne che sono rimaste leggendarie per la loro vita e per quello che di grande hanno fatto con il loro lavoro.

È l’auspicio del Comitato di Promozione dell’Imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Firenze che ha organizzato la rassegna cinematografica “Donne che impresa. 4 Film… 4 Storie…” in collaborazione con l’Area Cinema di Fondazione Sistema Toscana.

La rassegna rientra in un progetto di comunicazione della Camera di Commercio fiorentina per avvicinare il grande pubblico, non solo femminile, al fare impresa. “Non è la prima volta che organizziamo iniziative di questo tipo, che intendono parlare di impresa, di lavoro e di vita anche tramite le arti e le discipline creative” ha affermato la presidente del Comitato, Antonella Rusignuolo, presentando Donne… che impresa!. “Negli anni scorsi furono realizzati il cortometraggio Rischio d’impresa, la puntata pilota di una serie di sceneggiati intitolata A cena con lei e la messa in scena teatrale di Donna manager in alto mar, un testo su una donna imprenditrice alle prese con un padre diffidente. Abbiamo promosso anche il concorso di scrittura autobiografica Donne e impresa. Una storia da raccontare. Quest’anno il Comitato ha scelto il cinema: un linguaggio fresco ed efficace in grado di coinvolgere un vasto numero di persone, nell’ottica di ampliare il dibattito sull’imprenditorialità femminile”.
Biografie di donne leggendarie come Coco Chanel, ma anche le difficoltà, gli insuccessi e le soddisfazioni del lavoro, il compromesso con la famiglia e gli aspetti più divertenti o straordinari del fare impresa al femminile tra i temi dei film in calendario.

Dove e quando

La rassegna ha preso avvio il 25 maggio con la proiezione di “Coco Avant Chanel”, un film di Anne Fontaine con Audrey Tautou, Alessandro Nivola, Benoît Poelvoorde, Marie Gillain ed Emmanuelle Devos. Proiezione non casuale per Firenze e la Toscana, polo economico con tante realtà creative e artigianali nel settore della moda.

I prossimi appuntamenti, tutti alle 20.30 al Cinema Odeon di Firenze nella centralissima Piazza Strozzi e ad ingresso libero, sono già in calendario nelle seguenti date:

Donne che impresa

  • 28 giugno: “Julie & Julia”, di Nora Nora Ephron con Meryl Streep, Amy Adams, Stanley Tucci, Chris Messina, Linda Emond
  • 22 settembre: “Potiche la bella statuina”, di Francois Ozon, con Catherine Deneuve, Gérard Depardieu, Fabrice Luchini, Karin Viard, Judith Godrèche
  • 20 ottobre: “New in Town”, di Jonas Elmer con Renée Zellweger, Harry Connick jr., J.K. Simmons, Frances Conroy, Siobhan Fallon Hogan

Imprese in rosa a Firenze: la situazione nel 2010

La rassegna cinematografica fiorentina è anche l’occasione per fare il punto sull’imprenditoria femminile in Toscana. Secondo i più recenti dati Unioncamere regionale, che ha presentato le rilevazioni dell’Osservatorio sulle Imprese Femminili, nel 2010 le imprese femminili hanno sfiorato  quota 100 mila: per la precisione sono 99.331 e rappresentano il 23,8% del totale delle imprese (417.021 in tutto).

Nel corso dell’anno scorso le imprese in rosa sono aumentate dell’1,6%, per un totale di 1.601 aziende, contro una crescita dello 0,3% delle imprese non femminili (999 in tutto).
La crescita del tessuto aziendale toscano è quindi riconducibile principalmente all’imprenditoria femminile che ha reagito alle difficoltà legate alla crisi in modo più deciso rispetto alla componente maschile.

La stessa dinamica e la stessa spinta in positivo si registra nell’area fiorentina, dove le imprese femminili sono aumentate nel 2010 di quasi l’1,5% rispetto al 2009. Secondo i dati 2010, le imprese in rosa in provincia di Firenze sono infatti 23.809, poco meno di un quarto sul totale delle aziende fiorentine.

Agnese Fedeli