Bari, Fiera del Levante: assunzioni temporanee tramite sorteggio pubblico

Bari – Fiera del Levante: assunzioni temporanee tramite sorteggio pubblico

Le domande possono essere presentate anche sul sito della Campionaria entro il 5 agosto

“Due decisioni meditate ed importanti per garantire la trasparenza delle attività della Fiera e la parità di opportunità per i lavoratori ed i visitatori”. È questa la novità annunciata da Gianfranco Viesti, presidente della Fiera del Levante. “Per la Campionaria saranno effettuate circa 300 assunzioni temporanee” dichiara Viesti “per le tipologie di impiego, per i tempi a disposizione  e per il presumibile alto numero di domande non sono possibili vere e proprie selezioni tramite colloqui. Si procederà, dunque, attraverso un sorteggio, in sede pubblica tra tutti coloro, dai 18 anni in su (anziché dai 21 come in passato , che avranno fatto domanda.

I criteri del sorteggio garantiranno le pari opportunità uomo-donna ed una quota (sempre tra chi ha presentato domanda) di collaboratori che hanno già partecipato a precedenti edizioni per garantire la presenza di personale con un po’ di esperienza. Abbiamo già proceduto così in occasione di Expolevante.”

Sarà sufficiente compilare la domanda (anche online sul sito www.fieradellevante.it dove sarà pubblicato il regolamento) dal 23 luglio al 5 agosto (entro le 12), scegliendo tra tre liste “biglietteria”, “impiegati” e “accoglienza padiglioni”. Uniche categorie escluse dal sorteggio saranno i giornalisti ed i vigilanti, scelti dai responsabili delle Relazioni Esterne e della Vigilanza sulla base di uno stretto rapporto fiduciario. Circa 300 coloro che saranno assunti nel mese di settembre durante la Campionaria. I sorteggi saranno effettuati  subito prima di ferragosto e i nomi dei prescelti inseriti online.

Un’altra importante novità riguarda lo stop ai biglietti omaggio. “Procurarsi un biglietto gratuito per l’ingresso in Fiera” continua il presidente Viesti “è da sempre uno sport molto diffuso. C’è però un enorme problema  di equità e di trasparenza. Perché alcuni entravano gratis ed altri a pagamento? Abbiamo deciso di affrontare il problema alla radice: quest’anno non verrà stampato nessun biglietto omaggio. Inutile richiederli ai vertici della Fiera o alle diverse autorità. Speriamo che i cittadini affollino i viali della Campionaria anche sopportando il
piccolo costo d’ingresso. Gli incassi della biglietteria sono una entrata indispensabile per l’Ente, soprattutto in questo periodo di bilanci così difficili. Cercheremo di offrire ai visitatori paganti una esposizione ben organizzata e con motivi di interesse”.

Roberta Genghi

Condividi