L’osservatorio Meteo compie 20 anni

L’osservatorio Meteo compie 20 anni

OSMER, l’Osservatorio Meteorologico regionale del Friuli Venezia Giulia, è stato creato per servire i settori economici del territorio a partire dall’agricoltura, ma è utile anche ai comparti dell’edilizia, dei trasporti, del turismo e dello sport

Ingegneri, fisici, informatici e periti: 23 tecnici sotto la guida del responsabile, Stefano Micheletti, che elaborano dati statistici, ricerche e studi per prevedere il tempo che farà 24 ore su 24 e tutti i giorni dell’anno. In una Regione soggetta a gelate, grandinate, trombe d’aria, venti forti, piogge intense, nevicate e valanghe riuscire a stabilire per tempo la situazione meteorologica non è cosa da poco. E soprattutto è un servizio utilissimo per tutte quelle imprese che basano la propria attività economica sul clima.

OSMER riesce a scandagliare l’atmosfera per 120 chilometri grazie al radar di Fossalon di Grado, al radar sul monte Lussari e a una rete di 50 stazioni meteo dotate di oltre 400 sensori che trasmettono ogni giorni 15 mila dati. Il suo indice di affidabilità varia oggi tra il 70 e l’80%.

Il servizio prevede l’invio giornaliero per e-mail del Bollettino meteo a quasi 5 mila utenti; un sito web che registra 30 mila accessi al giorno con picchi di 100 mila in caso di tempi atmosferici particolarmente insidiosi.
Grazie a questo servizio, si è potuto constatare che in Friuli Venezia Giulia le temperature stanno aumentando in media di 1 grado centigrado a partire da 30 anni a questa parte. Le piogge nel 2010 sono aumentate tra il 30 e il 50% rispetto alla media degli anni 2000-2009. Il vento è aumentato ed è più intenso rispetto agli stessi anni 2000-2009. Una situazione climatica che sta subendo una variazione sostanziale che però ancora non si è in grado di stabilire se sia dovuta alle modifiche umane all’ambiente.

Mentre l’Osservatorio continua il suo servizio e i suoi studi, a Visco, dove si trova la sua sede istituzionale, si sono festeggiati i vent’anni di attività durante le quali il presidente della IV Commissione del Consiglio Regionale, Alessandro Colaiutti, ha dichiarato che OSMER è “una realtà d’eccellenza del Friuli Venezia
Giulia, di alta esperienza, professionalità e passione, che deve essere sostenuta e valorizzata”. Le imprese friulane ringraziano.

 

Condividi