Bollino blu alle discoteche liguri che applicano il codice etico

Bollino blu alle discoteche liguri che applicano il codice etico

Il codice etico proposto dalla Regione Liguria serve a tutelare i giovanissimi e ad evitare loro la somministrazione di alcolici. Chi lo condividerà potrà promuovere i nuovi Biodrink ed esporre il bollino blu

È la novità di quest’estate proposta in questi giorni dall’assessora alle politiche sociali e giovanili Lorena Rambaudi. L’iniziativa si chiama “Vota la Vita” ed è promossa da Assoutenti Liguria in collaborazione con la SILB (Sindacato Italiano Locali da Ballo) e con la Confcommercio. Si tratta di far gustare al pubblico dei più giovani una scelta di biodrink, ovvero 7 cocktail analcolici il cui preferito può essere da loro votato.

A creare i biococktail sono stati altri giovani, i giovani barman che studiano negli istituti alberghieri e nei centri professionali della regione, che hanno partecipato alla selezione avvenuta al Salone Orientamenti (sezione 2010) ed effettuata da una giuria internazionale composta sempre da giovani: esattamente da 50 studenti universitari appartenenti al progetto Erasmus, dunque provenienti da tutta Europa.

Le discoteche liguri che finora hanno aderito all’iniziativa sono 40, ma si attende la partecipazione delle altre. Esse predisporranno serate biodrink a tema, ciascuna in una provincia della Regione. Quella di Genova ad esempio si realizzerà domenica 14 agosto al Santa Beach di Santa Margherita ligure; quella di Imperia è prevista invece per domenica 28 agosto presso il Kursaal Club di Arma di Taggia.

A tutti i ragazzi che consumeranno uno dei biodrink verrà anche dato in omaggio un CD con una compilation realizzata dal DJ Luis Rocca, oltre alla possibilità di vincere uno dei numerosi premi che verranno estratti a sorte questo autunno (il 18 novembre).

“Vota la Vita” è una delle iniziative previste dal piano di sensibilizzazione, educazione e formazione permanente sui problemi collegati all’alcool soprattutto quelli relativi ai comportamenti e agli stili di vita giovanili. Per quanto riguarda il presente progetto, “L’obiettivo” ha dichiarato l’assessora Rambaudi “è quello di avviare una collaborazione con i gestori delle discoteche e aumentare l’informazione nelle scuole sui rischi per la sicurezza dovuti agli abusi da alcol, aumentando soprattutto nei più giovani la consapevolezza. Un’iniziativa legata anche al tema della guida sicura e al contrasto agli incidenti del sabato sera”.

 

Condividi