In Liguria si riapre la possibilità di diventare guida o accompagnatrice turistica

In Liguria si riapre la possibilità di diventare guida o accompagnatrice turistica

Dopo 4 anni di assenza, tornano gli esami per accedere alle professioni turistiche, sbocco occupazionale per molti giovani

Le selezioni verranno fatte in tutte le province della Regione e potranno parteciparvi aspiranti guide turistiche, guide ambientali e escursionistiche, accompagnatrici e accompagnatori turistici. Le candidate e i candidati dovranno essere in possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado.  Gli esami saranno sia scritti che orali e comprenderanno un colloquio per verificare la conoscenza delle lingue straniere.

L’assessore al turismo Angelo Berlangieri, ha dichiarato che il blocco di 4 anni per l’accesso a questa professione era dovuto a “un complicato intreccio di disposizioni, suggerimenti e auspici che  aveva costretto gli uffici del turismo  a sospendere le procedure previste dalle leggi regionali, aprire tavoli di lavoro e avviare un’estenuante mediazione tra Unione Europea, Stato e Regioni ancora in corso, ma che – di fatto –  ci dà il via libera a riprendere le selezioni”.

Sia per diventare guida turistica che per diventare accompagnatore turistico, tanto per citare due professioni del settore, infatti occorre un attestato di idoneità che viene rilasciato dalla provincia competente e che si ottiene mediante tale esame. Se si è già idonei – avendo superato un esame in un’altra provincia o in un’altra regione – si può comunque ottenere l’idoneità per lavorare anche nella provincia ligure alla quale si è interessati, superando solo una parte dell’esame.

La differenza tra accompagnatore e guida turistica, per proseguire nell’esempio, sta nel sito di riferimento del viaggio o della visita specifica del turista. Infatti:
l’accompagnatrice o accompagnatore è “collegato” ai viaggi sul territorio sia nazionale che estero. Ella, o egli, fornisce completa assistenza ai singoli o ai gruppi che accompagna, oltre alle notizie di interesse turistico sulle zone di transito che sono pertanto al di fuori dell’ambito di competenza delle guide turistiche e delle guide ambientali e escursionistiche;
la guida turistica invece accompagna singoli o gruppi di turisti all’interno di musei, gallerie, scavi archeologici e ne illustra i vari aspetti (storici, artistici, paesaggistici, ecc.).

Per essere ammessi all’esame occorre avere:

 

  • possesso della cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione Europea.
  • diciotto anni compiuti
  • non aver riportato condanne tra quelle previste dall’articolo 11 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con regio decreto 18 giugno 1931 n. 773 (TULPS) e successive modificazioni, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione
  • possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado o di diploma conseguito all’estero per il quale sia valutata l’equivalenza dalla competente autorità italiana
  • residenza in Liguria

Per ulteriore informazioni si possono contattare i numeri: 010.5485448 – 010.548.4947, oppure inviare un’email ai seguenti indirizzi: guya.becchino@regione.liguria.it
rosanna.izzo@regione.liguria.it

Condividi