Bando per finanziare le produzioni cinematografiche che parlino della Toscana

sala-cinema

Bando per finanziare le produzioni cinematografiche che parlino della Toscana

A disposizione 1,8 milioni di euro per finanziare i prodotti cinematografici sulla Toscana (film, documentari, fiction, corti, audiovisivi, ecc). La scadenza per presentare le domande è il 30 settembre

Si aggiunge un altro bando da 1 milione di euro per aiutare le piccole sale cinematografiche a intraprendere la strada del digitale, considerando che il sostegno alle piccole sale cinematografiche serve anche per permettere ai filmaker di diffondere tutte quelle opere che non trovano spazio nei multiplex e nelle grandi multisale. Al contempo le piccole sale possono affrontare il problema della “desertificazione”, esistente anche nelle grandi città.

Secondo l’assessora regionale alla cultura Cristina Scaletti “Affrontare questo tema significa anche cercare di abbattere i costi sostenuti dalle piccole sale e una delle voci principali è rappresentata dalla distribuzione di cui la digitalizzazione è la prima immediata risposta.

Il bando che era stato emesso dalla Regione per la prima metà dell’anno ha permesso già di finanziare con 2,5 milioni di euro 70 piccole sale, ma ora la Regione ha deciso di fare il bis, mettendo a disposizione anche per i prossimi mesi un altro milione di euro.

Il bando destinato alle produzioni italiane o dei Paesi membri dell’Unione Europea, per le opere che si occupino della Toscana, allegato in fondo all’articolo, prevede che il 50% della durata del prodotto venga girato in Toscana e che – se si tratta di opera prima – i contributi ricevuti vengano spesi sul suolo toscano.

Se si tratta di un’opera prima può essere finanziato il 50% dei costi di realizzazione; se si tratta di un documentario può esserne finanziato il 70%; se si tratta di un’opera seconda o di un audiovisivo assimilato invece, la copertura è più complessa e variata.
Si possono ottenere finanziamenti anche per 2 opere cinematografiche nello stesso anno. 

Le domande, in carta bollata, dovranno essere spedite entro il 30 settembre 2011 alla Regione Toscana – Settore disciplina, politiche e incentivi del commercio e attività terziarie – Direzione Generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze. Via Novoli, 26 – 50127 Firenze.

La commissione di valutazione, composta da 5 membri, assegnerà un punteggio che terrà conto dei seguenti parametri:

– la qualità del progetto cinematografico/audiovisivo presentato (originalità della storia, qualità e originalità dei personaggi e del modo di rappresentarli, qualità dei dialoghi, qualità e originalità della struttura narrativa, coerenza dei vari elementi della sceneggiatura con il progetto complessivo, livello di innovazione sia linguistica che narrativa): 9 punti;

– Temi legati alla storia e/o al paesaggio e/o alle tradizioni e/o all’attualità e/o all’identità della Regione Toscana: 6 punti;

– Stadio di sviluppo e di effettiva fattibilità del progetto presentato, ivi compresi la presenza di co-produttori internazionali, la partecipazione diretta del proponente al finanziamento dell’opera e l’adeguata copertura finanziaria della produzione e della distribuzione: 3 punti;

– ricadute economiche sul territorio regionale in termini di servizi, impiego di maestranze e professionalità locali: 2 punti.

Dopo aver letto l’allegato, si possono chiedere informazioni più dettagliate ai rappresentanti della Toscana Film Commission: Antonino Mario Melara (tel. 055.4383851) e Daniela Giampà (tel. 055.4385195)

Allegati

pdf bando-cinema-Toscana.pdf