Corsi di formazione per operatori socio-sanitari

Logo-Regione-Lazio

Corsi di formazione per operatori socio-sanitari

La Regione Lazio dà la possibilità alle strutture interessate di avviare i corsi per la formazione di nuovi operatori socio-sanitari o per la riqualificazione di chi già lavora in questo ambito. La delibera della Giunta è della prima settimana di settembre

Le strutture sanitarie del Lazio possono avviare i corsi autofinanziati allo scopo di adeguare le competenze degli operatori del comparto a quelli delle figure professionali previste dagli standard europei.

Potranno partecipare ai corsi, per quanto riguarda chi già lavora, gli ausiliari sanitari con almeno 2 anni di esperienza lavorativa continuata.

Per chi invece è in cerca di occupazione in questo settore potranno partecipare ai corsi:

 

  • – i possessori del titolo di ADEST (Assistente Domiciliare e dei Servizi Tutelari);
  • – i possessori del titolo di OTA (Operatore Tecnico addetto all’Assistenza);
  • – i possessori del titolo di Assistente Familiare
  • – i possessori del titolo di Assistente per l’infanzia.

Il provvedimento è stato emanato allo scopo di creare nuova occupazione e anche di evitare che chi già lavora da tempo nelle strutture sanitarie perda il posto a causa del mancato aggiornamento professionale. In questo modo poi si alza il livello della qualità del servizio che viene offerto. 

Ogni struttura socio sanitaria potrà dunque organizzare questi corsi, che saranno autofinanziati, e che sono però, secondo le parole della Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, “indispensabili ai dipendenti per il mantenimento del loro posto di lavoro, ma che allo stesso tempo rappresentano un’opportunità di crescita professionale nel settore in cui operano”.

Per la precisione i corsi potranno essere attivati da istituzioni sanitarie sia pubbliche che private, Enti Locali, Consorzi, Comunità Montane, RSA, Centri di Riabilitazione, Cooperative Sociali, Associazioni e Fondazioni.

Come ha specificato l’Assessora al Lavoro e alla Formazione, Mariella Zezza, “le strutture interessate potranno realizzare gli interventi formativi solo in relazione al reale fabbisogno di personale e potranno avvalersi, per la realizzazione dei corsi, degli enti di formazione accreditati dalla Regione Lazio”. 

Tali enti di formazione dovranno compilare un modulo di presentazione del corso che troveranno al seguente link: http://www.sirio.regione.lazio.it/default.asp?id=362

L’assessore alle politiche sociali e della famiglia, Aldo Forte, ha precisato che questi corsi “non soltanto innovano il nostro sistema socio-sanitario, ma contribuiscono ad innalzare la qualità del servizio offerto dalle strutture competenti”.

 

Condividi