Fondo rotativo per le PMI produttive del Lazio. Aperto nuovo bando

Fondo rotativo per le PMI produttive del Lazio. Aperto nuovo bando

Rivolto alle micro, piccole e medie imprese, che possono presentare la domanda a partire dal 12 settembre e fino al 30 dicembre 2011, il bando è dedicato a chi svolge attività produttive per il sostegno all’accesso al credito

Ammissibili gli investimenti per ampliare, riconvertire, riqualificare e ammodernare gli impianti produttivi. Il finanziamento può coprire fino al 100% della spesa da un minimo di 50 mila euro fino a un massimo di 1 milione di euro.

Possono presentare la domanda sia le imprese singole che le cooperative e i consorzi di imprese di qualsiasi settore produttivo: industria, artigianato, commercio, servizi; purché abbiano la sede operativa nel territorio laziale. Il finanziamento agevolato è al tasso di interesse dello 0,5% per il 50% degli investimenti, e del tasso di interesse ordinario (ma sempre con la garanzia regionale da parte di Banca Impresa Lazio) per il restante 50%.

Al momento della presentazione della domanda, il beneficiario dovrà dichiarare di quale banca intende servirsi per avere il finanziamento del 50% relativo alla quota ordinaria. La banca deve essere una di quelle convenzionate con Sviluppo Lazio che abbiamo già elencato in un precedente articolo.

Il fondo rotativo (che per il 2011 mette a disposizione in tutto 25 milioni di euro) coprirà in forma prioritaria i seguenti investimenti:

 

  • ampliamento, ricostruzione, riconversione, riqualificazione e ammodernamento della struttura produttiva;
  • innovazione tecnologica e rafforzamento della competitività;
  • rafforzamento della gestione finanziaria;
  • internazionalizzazione;
  • sviluppo e consolidamento delle nuove imprese.

In particolare, le spese ammissibili sono quelle relative alla seconda lista pubblicata sul bando:

  • progettazioni ingegneristiche dei fabbricati e degli impianti;
  • suolo aziendale;
  • acquisto, costruzione, ampliamento, ristrutturazione, e adeguamento dei locali aziendali;
  • opere murarie e impiantistiche;
  • macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbricazione; macchine per ufficio elettriche ed elettroniche; mobili e arredi nuovi di fabbricazione; dotazione della mensa aziendale; beni per i servizi sanitari e assistenziali;
  • programmi informatici per il commercio elettronico e show room virtuali;
  • brevetti, banche dati, know how e licenze d’uso concernenti nuove tecnologie di processo o di prodotto;
  • costi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.

Occorre sempre considerare che gli aiuti concessi non si possono sommare ad altre agevolazioni per le stesse spese.

Le domande vanno presentate dalle ore 9,00 di lunedì 12 settembre ed entro le ore 18,00 del 31 dicembre ma, poiché i fondi possono esaurirsi rapidamente, suggeriamo ai nostri lettori di presentare la domanda al più presto.

Come spesso accade, occorre dapprima compilare il modulo di prenotazione telematica online e poi – entro 15 giorni – inviare la domanda con la documentazione cartacea richiesta in allegato con raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata a Sviluppo Lazio S.p.A. – “Fondo rotativo PMI – Attività produttive” Via Vincenzo Bellini nr. 22 – 00198 Roma.

Informalazio ha dedicato un numero verde per dare ulteriori informazioni riguardo il fondo rotativo: si tratta dell’800.264525. La prenotazione telematica va fatta al seguente sito: www.incentivi.lazio.it.

Riportiamo di seguito i link con tutta la documentazione di riferimento, compreso l’elenco delle banche convenzionate:

Scheda prodotto (garanzia individuale)
Lettera a latere (garanzia individuale)
Schema di contratto quadro (garanzia individuale)
Scheda prodotto (garanzia di portafoglio)
Lettera a latere (garanzia di portafoglio)
Schema di contratto quadro (garanzia di portafoglio)
Limitazioni ed esclusioni (appendice 1)
Settori ammessi ed esclusi (appendice 2)
Caratteristiche del finanziamento (appendice 3)
Avviso pubblico
Allegati e dichiarazioni
Modulo per le nuove imprese
Banche aderenti