In Liguria tre nuovi Istituti Speciali di Tecnologia

In Liguria tre nuovi Istituti Speciali di Tecnologia

Dopo il nostro articolo sulle nuove aree di studio italiane che porteranno alla nascita di 58 nuovi istituti di formazione tecnica superiore (post diploma – alternativi all’università) la Liguria ci segnala la nascita di 3 ITS sul suo territorio

Si tratta di un ITS per la mobilità sostenibile nel settore dei trasporti marittimi, di un ITS per l’Information and Communication Tecnology e di un ITS per le nuove tecnologie per il Made in Italy nel settore meccanico, della cantieristica e della nautica da diporto. I primi due saranno localizzati a Genova e l’ultimo a La Spezia.

Sono stati stanziati 450 mila euro dalla Regione per avviare questi nuovi istituti di formazione tecnico-scientifica post diploma che si possono frequentare al posto dei corsi di laurea triennale.
La proposta è stata presentata dall’assessore al bilancio e all’istruzione, Pippo Rossetti, ed è stata approvata dalla Giunta la scorsa settimana.

I nuovi percorsi formativi, della durata di 2 mila ore con tirocinii obbligatori anche all’estero per  una quota del 30% della loro durata, permetteranno di ottenere il diploma di tecnico superiore, che in Europa equivale al quinto livello di istruzione.

Frequentando i tre nuovi Istituti speciali di tecnologia, i diplomati avranno opportunità concrete di lavorare nelle aziende che vengono coinvolte nella progettazione e nella gestione del percorso formativo.

Come ha spiegato l’assessore Rossetti, “si tratta di scuole speciali  che rappresentano il naturale completamento della formazione tecnica e professionale superiore e rivolte quindi a giovani diplomati”.
Ai percorsi ITS si accede infatti con un diploma di istruzione secondaria superiore. Essi permettono di conseguire una specializzazione tecnica superiore nelle aree tecnologiche, che sono quelle considerate prioritarie dagli indirizzi nazionali di programmazione economica.

 

Condividi