Promozione del turismo nel Lazio

Promozione del turismo nel Lazio

Ok della Giunta guidata dalla Presidente Renata Polverini al piano delle attività 2011 della nuova Agenzia Regionale del Turismo che può iniziare ad operare con un badget assegnatole di 2,5 milioni di euro per il triennio 2011-2013

L’Agenzia rappresenta lo strumento regionale per rilanciare e promuovere il territorio laziale e far conoscere le proprie eccellenze sia livello nazionale che internazionale.
Il provvedimento appena approvato consiste, come afferma l’assessore al Turismo e al Made in Lazio, Stefano Zappalà, in una scelta operata dalla Giunta fin dal suo insediamento: “quella di affidare la promozione del territorio all’Agenzia regionale del turismo in luogo delle due società – ora sciolte – che prima si occupavano di turismo, la Litorale Spa e la Atl, con vantaggi in termini di risparmio e di trasparenza nell’azione amministrativa”.

L’Agenzia ha il compito di organizzare le iniziative nell’ambito dell’ospitalità turistica rivolte agli operatori del settore allo scopo di far conoscere le mete di eccellenza del Lazio. Ciò in accordo con il Piano Turistico Triennale 2011-2013 predisposto dalla Regione che alleghiamo in fondo all’articolo.

L’Agenzia sfrutterà le fiere e le manifestazioni sia nazionali che internazionali per pubblicizzare il “marchio” Lazio e il suo territorio, grazie a campagne di comunicazione e pubblicitarie nei luoghi di maggior passaggio, come le stazioni, l’interno delle metropolitane o dei treni e degli autobus, ecc..

Il nuovo organismo, che rappresenta uno dei bracci operativi dell’assessorato,  ha ricevuto il regolamento organizzativo a giugno di quest’anno, poco prima dell’entrata in vigore della Legge regionale sul Made in Lazio (vedi ns articolo: http://www.donnainaffari.it/home/imprenditoria/notizie/377-entrata-in-vigore-la-legge-regionale-sul-made-in-lazio.html).

Per il suo andamento è stato predisposto un organico di 90 persone (già appartenenti al personale della Regione) – oltre naturalmente al direttore (Ersilia Maffeo) e tre dirigenti – che lavoreranno nella sede di Via Parigi a Roma (dove si trovava la vecchia APT di Roma).

All.

 

Condividi