Nuovo regolamento per lo spandimento dei liquami in Piemonte

Nuovo regolamento per lo spandimento dei liquami in Piemonte

Il nuovo regolamento 7/R entrerà in vigore ufficialmente  il 1° gennaio 2012 e prevede una maggior semplificazione e la diminuzione dei periodi di divieto, ma le norme potranno essere applicate a partire da questo inverno grazie a una norma transitoria

A quattro anni dall’adozione del vecchio regolamento, la Regione ha ritenuto opportuno apportare delle modifiche che rendessero gli obblighi per le imprese agricole meno pesanti.

La nuova “disciplina delle attività di utilizzazione agronomica degli effluenti zootecnici nelle zone vulnerabili”  prevede innanzitutto la semplificazione dei vincoli agro-ambientali per le aziende agricole che dal prossimo anno potranno seguire un unico regolamento, il 7/R, valido per tutti, invece dei tanti regolamenti territoriali.

Le principali novità concernono il letame con contenuto di sostanza secca dal 20% in su senza percolati distribuito sui prati: il divieto per distribuirlo andrà dal 15 dicembre (a partire da quest’anno) al 15 gennaio, sarà pertanto inferiore di ben 60 giorni. Anche la durata del divieto di spandimento dell’ammendante compostato “con tenore di azoto totale inferiore al 2,5% sul secco”, è stata diminuita di 60 giorni, portandola come nel precedente caso dal 15 dicembre (di quest’anno) al 15 gennaio.
Variato anche il periodo del divieto delle deiezioni degli avicunicoli essiccate con processo rapido “a tenori di sostanza secca superiori al 65%”: in questo caso il divieto sarà dal 1° novembre (sempre di quest’anno) al 28 febbraio.

Secondo l’assessore all’agricoltura Claudio Sacchetto, “il nuovo regolamento oltre a essere in linea con le direttive europee, risponde all’esigenza – continuamente perseguita dall’Assessorato – di semplificare il quadro normativo. In secondo luogo si è voluta approvare la norma transitoria che permette di poter applicare fin da subito i criteri previsti dal nuovo regolamento: non avrebbe avuto alcun senso far valere la vecchia normativa fino al 31 dicembre per poi avviare a gennaio il 7/R. Dunque il regolamento entrerà in vigore il 1° gennaio 2012, ma le sospensioni invernali sono già attive adesso. Dal punto di vista pratico le novità sono davvero positive, con vigorosa diminuzione dei periodi di divieto in alcune specifiche circostanze prima non contemplate e con il posticipo del divieto in altre situazioni”.

 

Condividi