Roma Sposa 2011. Diventare espositrice per potenziare il proprio mercato

Roma Sposa 2011. Diventare espositrice per potenziare il proprio mercato

Roma Sposa 2011 è l’annuale salone dedicato al matrimonio. Ospita oltre 300 aziende, che si occupano delle nozze negli aspetti tipici e stravaganti dell’occasione. E’ una vetrina interessante per le imprenditrici in cerca di un palcoscenico idoneo per il loro marchio e le loro creazioni in perfetto stile wedding

Il matrimonio smuove un mercato che supera i 5 miliardi di euro. Nel 2010 sono stati celebrati 217 mila unioni, secondo il documento Istat sul matrimonio in Italia. Ricevimento, abiti da cerimonia e viaggio di nozze sono le voci più importanti nell’organizzazione delle nozze. Le fonti Codacons ed Eurispes sottolineano come le pretese degli sposi siano cambiate nel corso del tempo a fronte di un budget di spesa che si aggira intorno ai 30 mila euro.

Nel 2008 l’Istat indicava un tasso di nuzialità pari al 4,1 per mille. La crisi economica ha, tuttavia, alzato la percentuale di coppie interessate al fai da te, allo sponsale equo solidale, aprendo strade impensabili per economie e attività commerciali di aziende di modeste dimensioni e pretese meno blasonate.

Nel Lazio, ogni anno, vengono organizzate sei fiere dedicate al matrimonio. La sola capitale ne ospita due fra le più importanti in Italia. Roma Sposa, la cui anteprima si tiene in questi giorni (dal 20 al 23 ottobre) nel Palazzo Dei Congressi in zona EUR, è il salone più importante. A gennaio, dal 12 al 16, presso la Nuova Fiera di Roma, si terrà la manifestazione vera e propria. Il calendario, affiancato alla modulistica per la richiesta di partecipazione per le aziende, viene pubblicato per tempo sul sito ufficiale: ne alleghiamo una copia in fondo all’articolo. Gli orari d’apertura al pubblico e il palinsesto delle sfilate sono modulati in modo tale da garantire facile accesso ai visitatori, sia di mattina che di pomeriggio.

Marina Morbiducci, responsabile ufficio stampa di Tecnicon s.r.l., società che gestisce l’organizzazione e il marketing di Roma Sposa, racconta l’importanza dell’evento, sottolineando i grandi numeri che hanno caratterizzato l’edizione 2010: «Roma Sposa 2010 ha avuto oltre 35mila visitatori e le imprenditrici donne sono state il 40% dei 350 espositori. Per quanto riguarda il mercato, si intravede un trend positivo di crescita: nel settore “abiti da sposa” si parla di almeno un +2%. L’incremento riguarda anche l’export con un +7%, secondo le fonti  del Sistema Moda Italia». Questo piccolo riassunto sottolinea come questo canale economico rappresenti una strada interessante da ponderare e praticare, soprattutto in stretta collaborazione con le tecnologie offerte dal web e le potenzialità degli strumenti social.

La sartoria Elvira Gramano, una delle aziende al femminile più significative di tutta la manifestazione, presente in fiera da anni con le sue collezioni dedicate alle spose, racconta, attraverso la sua addetta alle pubbliche relazioni, Barbara Sarrica, l’esperienza in Roma Spose come «importante per far conoscere il nostro prodotto e, anche se non le posso dare la percentuale esatta degli abiti venduti grazie alle fiere, sono un grosso traino alle vendite insieme a internet. Non ci sono, poi, grosse difficoltà organizzative perché le strutture sono predisposte e a noi rimane da fare solo l’allestimento.»

La Nuova Fiera di Roma offre agli espositori e al pubblico uno spazio di 30.000 metri quadri. Diventare espositrici a Roma Spose è possibile. Il modulo di presentazione della candidatura può essere ancora inviato alla Tecnicon s.r.l., la quale si riserva il diritto di accettare o rifiutare la domanda di adesione e di modificare orari, date e prolungamento della manifestazione. Una volta ricevuta la conferma, verranno avviate le pratiche per la collaborazione e l’imprenditrice riceverà dall’Organizzazione un pass senza il quale non sarà possibile accedere all’impianto fieristico e allestire lo stand. Il pass dovrà essere indossato anche dal personale di montaggio.

Le indicazioni sull’iter da seguire per la preparazione della propria zona di esposizione sottolineano come questa non potrà avvenire prima del 9 gennaio, a partire dalle ore 08:00 fino alle 19:00.

L’azienda dovrà presentare un progetto contenente le indicazioni sui prodotti utilizzati, il carico d’incendio, le utenze telefoniche, allacci idrici e ogni collegamento che può incidere sulla struttura generale dello spazio espositivo. Tutti i materiali utilizzati dovranno essere a norma con le regole anti incendio. E’ vietato, quindi, l’uso di materiali plastici, fibra sintetica, vernici, colle, stuoie e graticci. E’ vietata la modifica della struttura, l’uso di chiodi. Tutti i materiali dovranno essere sottoposti a trattamento ignifugo. Non sarà possibile lavorare eventuale materiale durante i giorni e gli orari di apertura al pubblico. I prodotti presentati dovranno essere esposti completati nelle loro fasi di assemblaggio. Non sarà possibile utilizzare diffusori di musica eccessiva, odori sgradevoli, stampe o volantini che possono arrecare danno all’immagine dell’evento, del luogo o delle altre aziende presenti.

L’espositore dovrà presentare il certificato di prova dei materiali che intende utilizzare. Si potrà provvedere all’arredo dello spazio espositivo da mercoledì 11 gennaio a giovedì 12 fino alle ore 13:00. Le porte saranno aperte al pubblico alle 15:00 di giovedì 12 gennaio. Gli arredi personalizzati dovranno essere effettuati obbligatoriamente dalle ditte indicate da Tecnicon, così come le riprese e i video realizzati all’interno della struttura dovranno seguire alla lettera le indicazioni fornite dall’organizzazione.

Se l’azienda vuole provvedere in maniera autonoma all’arredo è obbligata a far pervenire il progetto dettagliato al riguardo.

Il disallestimento dello stand, a manifestazione conclusa, non potrà essere svolto prima del termine degli orari d’apertura ai visitatori. In questo lasso di tempo antecedente Roma Sposa 2011 sarà necessario effettuare il pagamento del servizio, in mancanza del quale qualsiasi tipo di impegno con l’espositore verrà prosciolto. La pulizia è a carico dell’azienda interessata.

Ulteriori informazioni sulle condizioni generali del contratto sono reperibili online oppure contattando direttamente la segreteria Tecnicon allo 06.85.35.54.54.

Carolina Venturini

Allegati

pdf modulo_di_adesione_anteprima_romasposa.pdf

Condividi