Operativa la Legge sull’accesso ai finanziamenti per le imprese agricole del Lazio

legge imprese agricole lazio - finanziamenti

Operativa la Legge sull’accesso ai finanziamenti per le imprese agricole del Lazio

Con l’approvazione degli scorsi giorni del regolamento sulla Legge sui confidi, la Regione ha dato il via all’attuazione della Legge sugli interventi in favore di organismi di garanzia collettiva dei fidi nel settore agricolo, che era stata approvata a marzo di quest’anno

Ciò significa che le imprese agricole da adesso potranno accedere ai contributi previsti grazie alle garanzie che potranno offrire loro i consorzi di garanzia collettiva dei fidi (Confidi). Tra i contributi previsti, quelli a medio e lungo termine per lo sviluppo delle attività economiche e produttive del settore. Altri contributi sono previsti per le attività di assistenza e consulenza tecnica e finanziaria e per quella contrattuale.

Con questo provvedimento da oggi tutte le forme di finanziamento previsto dalla Legge Regionale n. 3 del 18 marzo 2011, che alleghiamo in fondo all’articolo, sono accessibili in quanto i Confidi hanno il via libera per la prestazione delle garanzie necessarie. Infatti finché il regolamento attuativo della legge non era approvato, tutto doveva rimanere fermo, ma ora le aziende agricole possono tirare un sospiro di sollievo e iniziare ad agire per sviluppare la propria attività.

Si tratta di un provvedimento importante, ha spiegato l’assessora alle Politiche Agricole e Valorizzazione dei Prodotti Locali, Angela Birindelli, “perché rende operativa la legge regionale che disciplina l’accesso al credito delle imprese agricole, attraverso contributi ai consorzi di garanzia collettiva dei fidi. I Confidi potranno così svolgere attività di prestazione di garanzie per agevolare le imprese nell’accesso ai finanziamenti, a breve medio e lungo termine, destinati allo sviluppo delle attività economiche e produttive”.

Tra i contributi previsti ci sono quelli per l’esecuzione di business plan, per la consulenza contrattuale e aziendale, per l’ottimizzazione della gestione finanziaria, per la valutazione della sostenibilità economica e finanziaria di investimenti, per l’istruttoria tecnico finanziaria rivolta a facilitare l’accesso al credito delle imprese agricole, che sarà fornita anche a imprese non associate.
Saranno direttamente i Confidi a valutare l’ammissibilità ai contributi pubblici dunque le domande vanno presentate direttamente a loro. Essi considereranno soggetti ammissibili, ai fini della prestazione dell’assistenza tecnica e della garanzia, gli imprenditori agricoli che rientrano nella categoria di piccole e medie imprese operanti nel Lazio.

L’assessora Birindelli ha ricordato che “la Giunta Polverini ha stanziato in bilancio 1 milione di euro l’anno per il triennio 2011–2013 sulla legge in favore dei Confidi, mostrando grande sensibilità al problema dell’accesso al credito delle aziende agricole. L’attuazione di questa legge, in sinergia con l’avviamento delle procedure per l’attivazione del fondo di garanzia Ismea, concede maggiore sicurezza economica alle aziende agricole del Lazio in questo momento di crisi e, in particolare, consente di sfruttare al meglio le opportunità di sviluppo offerte dal PSR che prevedono un cofinanziamento a carico degli imprenditori agricoli”.

Allegati

pdf LR3-2011-Confidi-Agricoltura-pag1.pdf
pdf LR3-2011-Confidi-Agricoltura-pag2.pdf
pdf LR3-2011-Confidi-Agricoltura-pag3.pdf
pdf LR3-2011-Confidi-Agricoltura-pag4.pdf