Verona capitale del lavoro e della formazione con “Job&Orienta 2011”

job & orienta 2011

Verona capitale del lavoro e della formazione con “Job&Orienta 2011”

Dal 24 al 26 novembre la 21esima edizione della mostra-convegno pensata per costruire un ponte tra istruzione e occupazione. Tema di quest’anno sarà “La cultura dei mestieri: lavorare imparando, imparare lavorando”. In questo articolo l’intervista a Claudio Gentili, coordinatore del comitato scientifico Job&Orienta e responsabile area Education di Confindustria

Con ogni probabilità la crisi economica, il blocco del mercato del lavoro e i vari movimenti civili diffusi in ogni parte del mondo hanno determinato un cambio di prospettiva in ognuno di noi e nel nostro modo di approcciare la vita, il lavoro e le relazioni. Non è un caso se anche l’edizione 2011 del Job&Orienta di Verona, mostra-convegno nazionale sull’orientamento, la scuola, la formazione e  il lavoro in programma a VeronaFiere dal 24 al 26 novembre a ingresso libero, ha come tema guida “La cultura dei mestieri: lavorare imparando, imparare lavorando”.

Quasi a sottolineare la necessità di tornare a un lavoro da toccare con mano. E i 50mila visitatori attesi (oltre 46.000 quelli dell’edizione 2010) avranno molte occasioni di testare da vicino quello che potrà essere il loro lavoro dal futuro.

 

Le aree e le novità di Job&Orienta

log job & orienta 2011

Nei due padiglioni in cui è allestita la rassegna, uno dedicata al mondo dell’istruzione, l’altro a università, formazione e lavoro, si alterneranno più di 500 tra enti di formazione, rappresentanti delle istituzioni e imprese. Oltre 150 eventi in tre giorni, tutto a ingresso libero, per scoprire cosa si farà da grandi, capire le proprie potenzialità e assaggiare varie realtà lavorative nell’ottica di contrastare tanto la disoccupazione giovanile tout court quanto il più articolato fenomeno che spinge giovani tra i 16 e i 30 anni a non cercare lavoro né a intraprendere un percorso formativo. Tra le curiosità di questa edizione c’è dunque la “Piazza dei Mestieri”, uno spazio dedicato agli assaggi di esperienza, dove i visitatori proveranno concretamente – tra simulazioni, test e incontri – a cercare la propria strada professionale guidati da esperti. Confindustria Verona proporrà anche le “degustazioni d’impresa”, dialoghi tra i visitatori e gli imprenditori locali, per capire quali sono le competenze richieste dall’attuale mercato del lavoro.

Ascolta l’intervista a Claudio Gentili, coordinatore del comitato scientifico Job&Orienta e responsabile area Education di Confindustria

Ascolta qui l’intervista audio

Tra gli altri spazi speciali di Job&Orienta troviamo anche “Pianeta Università”, vetrina di oltre 70 atenei, istituti e accademie italiane ed estere; “Arti, Mestieri e Professioni”, per presentare formazione professionale, mestieri tradizionali e innovativi; “TopJOB”, l’area dedicata a giovani (e non solo) in cerca di lavoro o di percorsi di alta formazione. Non mancano inoltre sezioni dedicate al confronto con altri Paesi, alla mobilità internazionale, alle professionalità green, a quelle del settore fashion e agli incontri con le aziende.

Il Salone, che si raggiunge anche in autobus dalla stazione (linea 21), è organizzato in collaborazione con: Ufficio scolastico regionale per il Veneto, Provincia e Comune di Verona, Università degli studi di Verona, Confindustria Verona, CCIAA di Verona, COSP (Comitato provinciale Orientamento scolastico e professionale), ASFOR (Associazione italiana per la Formazione manageriale), Assocamerestero ed ISFOL.

Agnese Fedeli