Se non ora quando – Roma 11 Dicembre

se non ora quando

“Se non ora quando”: il movimento delle donne l’11 dicembre a Roma

E’ prevista per domenica 11 dicembre a Piazza del Popolo, la giornata sui temi cruciali del mondo femminile organizzata dal movimento nato a febbraio. Si tratterà di una manifestazione-concerto per portare all’attenzione del nuovo Governo i problemi delle donne

Welfare al femminile, maternità negata, precariato, rappresentazione reale delle donne nelle aziende e nelle istituzioni. Questi alcuni dei temi che saranno affrontati durante la manifestazione.

Al suono dello slogan “Se non le donne, chi? Mai più contro di noi, mai più senza di noi!” le donne si riorganizzano e approfittano del cambio di Governo per portare all’attenzione del Presidente Monti e dei suoi ministri un problema che continua a essere negato.

 

L’ultima manifestazione organizzata dal movimento “Se non ora quando” ha portato in piazza centinaia di migliaia di donne a Siena, il 9 luglio scorso.

 

Ora l’appuntamento è alle ore 14,00 dell’11 dicembre a Roma in Piazza del Popolo con il concerto dell’orchestra sinfonica “Europa musica” che sarà dedicato alle grandi protagoniste dei libretti lirici, dalla Tosca alla Carmen, passando attraverso le arie di “Casta Diva”. Dopo di che si passerà a un sound diverso, quello del pop, con l’esibizione di Paola Turci, Marina Rei, Erica Mou, Emma Marrone.

Sul palco prenderanno la parola per affrontare il tema del Welfare Chiara Saraceno, per quello della rappresentazione femminile nella pubblicità Annamaria Testa. Ma questi sono solo alcuni degli interventi che riempiranno la giornata che, come dichiara la registra fondatrice del comitato, Cristina Comencini, è fondamentale affrontare adesso, “dopo mesi trascorsi a lavorare per costruire la rete delle donne, perché ora non facciamo una manifestazione ‘contro’, questo è un momento di attesa che riempiamo con le nostre idee e proposte. E l’idea fondante è che le donne e il Paese sono legate, è il nostro leit motiv da sempre. È stato un anno importantissimo per le donne, questo è un momento magico per dare vita a questa
manifestazione”.

Ricordiamo che il movimento “Se non ora quando” è trasversale rispetto ai partiti e da essi autonomo. Lo confermano tutte le sue aderenti, a partire dalla stessa Comencini che dichiara “l’autonomia dai partiti è garanzia della nostra capacità” a Flavia Perina, deputata di FLI, che dice “il carattere di trasversalità è stato mantenuto”. Flavia Perini durante la manifestazione affronterà il tema del diritto di cittadinanza dei figli di immigrati. Lo farà perché “le donne possono intestarsi questa battaglia”. Dal canto suo l’attrice Lunetta Savino, anche lei facente parte del comitato organizzatore, ha dichiarato che il messaggio che inviano alle donne ha come inizio proprio la frase “Care donne, italiane per nascita o per scelta” a ribadire che il movimento comprende tutte le donne che vivono in Italia.
Nel frattempo si accende il dibattito sull’opportunità che il movimento possa presentarsi come lista civica alle prossime elezioni. Francesca Izzo è contraria, proprio per via della trasversalità del movimento che imporrebbe così alle sue adepte di fare una scelta in campo politico, mentre Cristina Comencini si apre a questa possibilità, in quanto “nei partiti un po’ di uomini devono andare a casa per fare spazio alle donne
che devono essere presenti al 50%. I partiti sono importanti e se vengono invasi dalle donne, saranno rinnovati”.

Allegati

pdf lettera-di-mobilitazione-diretta-alle-donne.pdf

Condividi