Progetto Trio: la formazione certificata, gratis e online

Progetto Trio Logo

Progetto Trio: la formazione certificata, gratis e online

Convegno a Firenze per fare il punto sul portale di web learning ideato dalla Regione Toscana. Con corsisti principalmente donne di età tra i 18 e i 32 anni, gli insegnamenti spaziano in tutti i settori e sono utili anche ad aprire nuove attività in proprio

Lingue straniere, moduli in materie finanziarie ed economiche, principi della pubblica amministrazione. Ma anche un corso per imparare a scrivere su un sito web e approfondimenti sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. E’ il Progetto TRIO, acronimo di Tecnologia, Ricerca, Innovazione e Orientamento.

 

Un sistema di web learning gratuito nato nel 1998 da un’idea della Regione Toscana e finanziato con fondi comunitari che consente di frequentare corsi di formazione in moltissime discipline, direttamente dal proprio computer o dai poli formativi diffusi sul territorio. Un convegno a Firenze ha analizzato l’utilizzo del portale Trio (www.progettotrio.it) e le potenzialità di questo strumento per rafforzare le politiche sociali ed economiche di questi anni.

Ieri e oggi

In effetti, da quando Trio è nato sono cambiate molte cose. Dieci anni fa, frequentare un corso di formazione online significava spendere molti soldi in connessione internet e avere a disposizione computer potenti. Oggi, con le connessioni veloci e sempre più diffuse anche in forma gratuita in specifiche zone un po’ in tutta Italia, anche una persona in mobilità, in cassa integrazione o in cerca di un nuovo impiego può pensare di rafforzare la propria professionalità seguendo un modulo di lingua straniera o informatica. La stessa cosa per una donna che stia pensando di costruire una propria attività imprenditoriale.

L’identikit di chi si forma su Trio

Il corsista tipo è donna (il 54%), di età compresa tra  i 18 e i 32 anni, occupata (61,5%), residente in Toscana (54,7%) e con titolo di studio superiore (72%). I corsi più gettonati sono quelli di lingue, l’italiano per stranieri, l’informatica. Tra le migliaia di utenti di Trio, negli ultimi anni, anche un gruppo di detenuti del carcere di Porto Azzurro all’Isola d’Elba. E sono in via di definizioni convenzioni con altri enti locali per diffondere l’utilizzo del portale all’interno di percorsi formativi e di orientamento.


Intervista audio a Gianfranco Simoncini, Assessore al Lavoro della Regione Toscana



Intervista a Edi Fanti
Project Manager “Newsjob”

Il video richiede flash

flashlogo


Interv. Gianni Biagi Dirigente
settore Formazione Reg. Toscana

Il video richiede flash

flashlogo

L’integrazione tra web, grafica, smartphone e contributi audio-video oggi possono rendere uno strumento di formazione online ancora più potente e fruibile su diversi dispositivi, dal computer ai tablet fino ai cellulari. Non a caso esistono già corsi di formazione in podcast (file audio scaricabili dal web), e-book. Da oggi esiste anche un’applicazione per smartphone che utilizzano Android dedicata alle lingue straniere. Una bella occasione di formazione permanente, facilitato dalle nuove tecnologie.

I moduli formativi online di Trio vengono anche utilizzati per l’articolazione di progetti dedicati allo sviluppo imprenditoriale. E’ il caso di “Newsjobs”, promosso da Exact, Tecnofor e Brain Tecnology e coordinato da Edi Fanti. Guarda l’intervista!

Agnese Fedeli

 

Condividi