Sburocratizzazione imprese Toscana

Ass Daniela Scaramuccia Toscana Salute

Sburocratizzazione imprese Toscana

Gli strumenti per promuovere la semplificazione burocratica, SUAP e SISPC, servono anche a far crescere la sicurezza per le imprese e la società in cui operano

Si tratta dello Sportello Unico Attività Produttive e del Sistema Informativo Sanitario della Prevenzione Collettiva: due strumenti che la Regione ha messo in campo per aiutare le imprese nonché i lavoratori per quanto riguarda la semplificazione burocratica e la tutela della salute e della sicurezza.

Ha illustrato le prestazioni di questi strumenti l’assessora al diritto alla salute Daniela Scaramuccia spiegando che si tratta di forme particolari di sostegno alle imprese: “a fronte della crisi economica e sociale che così pesantemente interessa anche la Toscana, il nostro primo pensiero è quello di promuovere un sostegno al sistema delle imprese. Suap e Sispc sono due strumenti di cui la Regione Toscana si è dotata, che ci consentono di semplificare le procedure, permettono alle imprese di dialogare in maniera più semplice e moderna con il servizio sanitario, fanno crescere i servizi di prevenzione collettiva, migliorano le azioni di controllo e, alla fine, accrescono la salute e la sicurezza”.

 

SUAP

Lo Sportello Unico Attività Produttive è un adempimento nazionale, partito già da qualche anno, che si pone “come unico soggetto interlocutore tra la pubblica amministrazione e l’impresa”. Ogni Comune ha il suo. Di conseguenza, l’imprenditrice o l’imprenditore si rivolge al SUAP del proprio Comune per aprire la sua impresa e per effettuare le autocertificazioni. La Pubblica Amministrazione provvederà poi a effettuare i controlli di prassi.

Il SUAP è, nella pratica, una banca dati unica per i procedimenti amministrativi. I vari moduli telematici sono specifici per ogni attività economica. Il sistema assiste l’imprenditrice o l’imprenditore nella compilazione del modulo telematico e consente di firmare elettronicamente i documenti e di inviarli alla “mente centrale” che provvede ad inoltrarli alle sue strutture interne e agli Enti competenti (Asl, vigili del fuoco, Provincia, Sovrintendenza, ecc.) coinvolti nel procedimento.

SISPC

Il Sistema Informativo Sanitario della Prevenzione Collettiva sta invece partendo in questo periodo in via sperimentale. La Toscana è la prima Regione a varare un sistema totalmente online al quale si può accedere anche tramite carta sanitaria elettronica.

Il SISPC è lo strumento unico di governo delle strutture di prevenzione primaria: “una base tecnologica per supportare i servizi regionali e delle Asl che si occupano di prevenzione”.
Tra l’altro uno specifico modulo del Sistema è in grado di interfacciarsi con il SUAP, quello che riguarda la prevenzione sui luoghi di lavoro.

Grazie al SISPC verrà semplificato anche il sistema delle notifiche preliminari di lavori edili, evitando duplicazioni e al contempo rafforzando gli strumenti di monitoraggio del territorio e il coordinamento tra gli Enti preposti al controllo. Oltre a semplificare gli adempimenti a carico dell’utente, il sistema consentirà una mappatura dei cantieri sul territorio consultabile da tutti gli organismi di vigilanza.

Condividi