Concorso oleario per l’extra vergine di oliva di eccellenza

premio ercole olivario

Concorso oleario per l’extra vergine di oliva di eccellenza

Indetto dalla Regione Toscana, il concorso ha appena visto gli 11 commissari valutare e stabilire  l’eccellenza di 59 olii su 135 nella prima selezione. Hanno partecipato tutti olii dalla qualità garantita dalla certificazione Dop o Igp tra i quali vengono scelti i migliori allo scopo di promuovere il settore in tutto il mondo

Ogni impresa ha potuto presentare un massimo di 4 olii, prodotti nella campagna olearia 2011/2012, appartenenti a lotti omogenei di almeno 300 Kg..

I campioni dell’olio presentato dalle aziende sono stati resi anonimi da Metropoli (l’azienda speciale della camera di commercio di Firenze –  Dipartimento Laboratorio Chimico-Merceologico) e poi fatti analizzare da una commissione di 11 esperti provenienti da ogni provincia toscana, rappresentanti delle commissioni di assaggio riconosciute dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.
Gli olii che hanno partecipato alla selezione – 135 – erano appartenenti alle cinque denominazioni regionali: IGP Toscano, DOP Chianti Classico, Dop Terre di Siena, Dop Lucca e Dop Seggiano.

olio esce dal frantoioL’assessore toscano all’agricoltura Gianni Salvadori ha dichiarato che “l’idea della selezione degli oli di Toscana, che è stata condotta sulla falsariga di quella, ben più famosa, dei Vini di Toscana, è emersa durante le riunioni del tavolo di filiera, istituito appositamente dalla Regione e dalle categorie economiche, per cercare soluzioni alle problematiche che affliggono il settore dell’olivicoltura. Un settore di grande importanza per la Toscana, sia dal punto di vista paesaggistico e ambientale, sia dal punto di vista produttivo, che soffre però da anni, in grandissima parte, di una pesante situazione economica. Una situazione che si è ulteriormente aggravata con la crisi degli ultimi anni. Noi crediamo che fra le strade da percorrere ci sia quella della valorizzazione e della promozione legata alla qualità e al legame con il territorio. E poiché queste caratteristiche sono catalizzate dalle denominazioni di origine, come le Dop e la Igp, abbiamo legato la selezione agli olii che hanno questa certificazione. Abbiamo inteso in questo modo, d’intesa con le organizzazioni professionali, dare un’ulteriore segnale verso l’incentivazione di questi strumenti, che rappresentano peraltro anche una seria garanzia di qualità per il consumatore”.

I 59 olii selezionati, saranno raccolti in un catalogo bilingue (italiano e inglese) che ne descriverà le  caratteristiche sensoriali e darà le informazioni relative alle aziende produttrici. Il catalogo verrà distribuito dalla Regione Toscana, Toscana Promozione, Unioncamere Toscana e dalle Camere di Commercio regionali in tutte le azioni di promozione che si svolgeranno in Italia e all’estero.

Dei 59 olii selezionati, 3 passano alla fase nazionale del Concorso “Ercole Olivario 2012”: l’Olio Extra Vergine d’Oliva Chianti Classico DOP del Frantoio del Grevepesa di San Casciano in Val di Pesa (FI); l’Olio Extra Vergine d’Oliva IGP Toscano del Frantoio Franci di Montenero d’Orcia (GR) e l’Extra Vergine “Olio del Capunto” IGP Toscano dell’Oliviera Sant’Andrea di Rapolano Terme (SI).

Il concorso “Ercole Olivario 2012” è il premio nazionale per la valorizzazione delle eccellenze olearie territoriali italiane. Nella scorsa edizione, la XX, relativa al 2011, ci sono stati i seguenti vincitori:

Olio extravergine di oliva – fruttato leggero

  • 1° Classificato – Olio extravergine dell’Azienda Agricola Fois Giuseppe di Alghero, Sassari (Sardegna)
  • 2° Classificato – Olio extravergine dell’Azienda Agraria Peppetò di Tore Giuseppe di Ittiri, Sassari (Sardegna)

Olio extravergine Dop – fruttato leggero

  • 1° Classificato – Olio extravergine Dop “Colline di Romagna” del Frantoio Paganelli di Sant’Arcangelo di Romagna, Rimini (Emilia Romagna)
  • 2° Classificato – Olio extravergine Dop “Dauno Gargano” dell’Azienda S.I.O. Società Italiana Olearia di Carpino, Foggia (Puglia)

Olio extravergine di oliva – fruttato medio

  • 1° Classificato – Olio extravergine dell’Azienda Olivicola Titerno di San Lorenzello, Benevento (Campania)
  • 2° Classificato – Olio extravergine dell’Azienda Badevisco di Cassetta Franco di Sessa Aurunca, (Campania)

Olio extravergine Dop – fruttato medio

  • 1° Classificato – Olio extravergine Dop “Colline Pontine” dell’Azienda Agraria Biologica Paola Orsini di Priverno, Latina (Lazio)
  • 2° Classificato – Olio extravergine Dop “Terre di Bari” dell’Azienda Agricola Ing. Minervini Gregorio di Molfetta, Bari (Puglia)

Olio extravergine di oliva – fruttato intenso

  • 1° Classificato – Olio extravergine dell’Azienda Agricola Tenuta Piscoianni di Sonnino, Latina (Lazio)
  • 2° Classificato – Olio extravergine dell’Azienda Agricola Alfredo Cetrone di Sonnino, Latina (Lazio)

Olio extravergine Dop – fruttato intenso

  • 2° Classificato – Olio extravergine DOP “Monti Iblei, Gulfi” dell’Azienda Frantoi Cutrera di Cutrera Giovanni di Chiaramonte Gulfi, Ragusa (Sicilia)
  • 1° Classificato – Olio Extravergine DOP “Monti Iblei, Monte Lauro” dell’Azienda Agraria Terraliva di Frontino Giuseppina di Siracusa (Sicilia)

Premio Speciale Amphora Olearia

  • Olio extravergine Dop “Garda Trentino” dell’Azienda Agraria Riva del Garda di Trento (Trentino)

Menzione Speciale per L’olio Biologico

  • Olio extravergine Dop “Colline Pontine” dell’Azienda Agraria Biologica Paola Orsini di Priverno, Latina (Lazio)

 

 

Condividi