Il flash dell’Istat sulla situazione lavorativa degli italiani

istat

Il flash dell’Istat sulla situazione lavorativa degli italiani

Sempre meno occupati, sempre più alto di disoccupazione e sempre maggiore il gap tra uomini e donne in fatto di lavoro. Questi in sintesi i dati rilevati dall’Istat relativi al mese di febbraio 2012

Non una grossa diminuzione rispetto a gennaio (-29mila unità corrispondenti a -0,1%) ma si guarda il grafico dell’ultimo anno (dal febbraio 2011 al febbraio 2012) la discesa è impressionante, tanto più se paragonata all’altrettanto impressionante ascesa del tasso di disoccupazione.

Inoltre, si segnala che la diminuzione è tutta dovuta al calo del lavoro femminile, in quanto quello maschile è, al contrario, aumentato, seppur di poco.

Il tasso di disoccupazione agli inizi di marzo era quasi del 57% con un numero di disoccupati “ufficiali” di 2milioni e 354mila. Un aumento dei disoccupati dell’1,9% corrispondente a 45mila persone in più che non hanno lavoro. Un dato allarmante se si fa il confronto con lo stesso periodo dello scorso anno, scoprendo così che i disoccupati sono aumentati del 16,6%, ovvero di 335mila unità.


grafico occupazione grafico occupazione

Riguardo alle differenze di genere, rispetto a gennaio segnaliamo che l’occupazione maschile a febbraio in realtà è aumentata leggermente (+0,1%): a spostare in basso il livello è stato invece il calo di quella femminile (-0,5%).
Il tasso di occupazione maschile è più alto (pari al 67,2%) mentre quello femminile notevolmente più basso (46,7%).
Il numero di donne disoccupate è aumentato nell’ultimo anno del 16,8%. Anche il numero degli uomini disoccupati è aumentato, ma sempre meno rispetto alle donne.

 

 

Condividi