Piemonte: provvedimenti per agricoltori e allevatori

Piano Verde - allevatori -Maiale

Piemonte: provvedimenti per agricoltori e allevatori

“Piano Verde”: aumentata la percentuale del contributo massimo negli interessi. Piano Regionale di intervento: approvato il sostegno dei costi per la difesa del bestiame dai predatori. Misura 215 del PSR: predisposto il bando per il 2012

Alcune novità per il mondo agricolo piemontese grazie ai provvedimenti approvati dalla Giunta regionale relative anzitutto al Piano Verde, lo strumento utilizzato per realizzare investimenti in agricoltura nonché, a partire da quest’anno, per la conduzione aziendale.

Il contributo a carico della Regione Piemonte, sui prestiti contratti dalle aziende agricole che hanno subito danni da calamità naturali, è stato innalzato e portato al 4%. Inoltre, sempre per le aziende colpite da calamità, il Piano ora prevede un fondo di garanzia per rinnovare le operazioni di credito per almeno altri due anni. 

Per quanto riguarda il Piano Regionale di intervento appena approvato, esso è diretto al sostegno dei costi per la difesa del bestiame dalle azioni predatorie dei canidi sui pascoli montani e collinari. Un provvedimento resosi necessario in considerazione del fatto che il numero degli attacchi accertati nel corso del 2012 è salito notevolmente e ha causato notevoli perdite agli allevatori. Per questo motivo sono stati stanziati a loro favore 287 mila euro.

Il terzo provvedimento firmato dalla giunta riguarda l’approvazione del bando per presentare domande di aiuto sulla misura 215 (Pagamenti per il benessere animale) per il 2012. L’importo stanziato è di 1.302.779 euro. Verranno predisposte due graduatorie: una per gli allevamenti di bovini da carne e una per gli allevamenti di suini.

L’assessore regionale all’agricoltura, Claudio Sacchetto, ha espresso soddisfazione per l’approvazione di questi provvedimenti in quanto “la politica agricola dell’Assessorato, pur in condizione di risorse decisamente limitata rispetto alle legislature passate, rimane vivace e funzionale, riesce a mantenere alto il livello di attività  e provvedimenti di sostegno nei confronti di agricoltori e allevatori piemontesi. Attraverso le modifiche al “Piano Verde” è stato reso ancora più efficace un importante strumento di finanziamento potenziandone il contributo massimo negli interessi. Indispensabile inoltre anche il Piano per la difesa degli allevamenti dalle predazioni, soprattutto alla luce dei notevoli attacchi accertati nella scorsa stagione. Infine un concreto passo avanti nella predisposizione del bando per la Misura 215 del PSR, ‘Pagamenti per il benessere animale’. Provvedimenti con un solo e unico obiettivo: l’aiuto e il sostegno diretto agli agricoltori piemontesi”.

 

Condividi