Servizi al lavoro EURES. Per chi vuol lavorare all’estero

Lavorare all'estero con eures

Servizi al lavoro EURES. Per chi vuol lavorare all’estero

Tra i servizi europei per l’occupazione, esiste anche il portale dell’Eures (European Employment Services), a cura della Commissione Europea – Occupazione, Affari sociale e Integrazione dell’UE, il cui responsabile è Laszlo Andor.

Si tratta di un portale europeo plurilingue per la mobilità professionale ma il servizio Eures – gratuito – offre anche una rete di supporto internazionale grazie a centinaia di consulenti sparsi in ogni Paese. Eures dà ai cittadini europei le informazioni sulle offerte di lavoro e di studio in 31 Paesi e permette di inviare i propri Curricula online.

Distinto in sezioni dedicate a chi offre e a chi cerca lavoro, nonché alle informazioni sugli stili di vita dei singoli Paesi e a quelle sulle possibilità formative, il portale viene aggiornato in tempo reale.
Si forma così una rete in cui si intersecano vari interessi lavorativi: le aziende che non trovano lavoratori nella propria nazione possono così ricercarli all’estero registrandosi al servizio. Finora si sono registrati quasi 27mila datori di lavoro e attualmente sono online oltre 1 milione e 300mila offerte di lavoro. Inoltre, sono presenti sul portale oltre 830mila curricula.

Al portale si può accedere direttamente a livello personale (eures.europa.eu) oppure tramite la propria regione di appartenenza. In questi giorni ad esempio il servizio è stato attivato dalla Regione Valle d’Aosta e per avere informazioni in merito i cittadini di questa regione possono inviare un’email a eures@regione.vda.it contattando il referente Eures locale presso il Dipartimento Politiche del lavoro e della Formazione (che ha sede in Via Garin, 1 ad Aosta).

Anche per quanto riguarda la formazione, il servizio è molto attivo e organizza per gli studenti universitari (ma non solo) degli incontri per aiutarli nella scelta del percorso formativo più adatto a garantire loro un futuro lavoro sulla base del trend occupazionale europeo.

I servizi prestati sono di tre tipi: informazione, consulenza, assunzione/collocamento. Per svolgere il proprio ruolo, Eures ha oltre 850 consulenti che si trovano dislocati in vari Paesi europei ed entrano in contatto sia con la domanda che con l’offerta di lavoro. Inoltre, il servizio svolge anche un ruolo di supporto che va oltre l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Infatti, esso risponde a tutte le esigenze di informazione che sono collaterali ma fondamentali per iniziare un rapporto lavorativo internazionale; ad esempio può risolvere i problemi legati al pendolarismo transfrontaliero. Gli advisor Eures sul territorio forniscono anche consigli su questioni  pratiche, giuridiche e amministrative.

La rete di cooperazione Eures è nata nel 1993 per collegare la Commissione Europea e i Servizi pubblici per l’impiego dei Paesi europei (i Paesi dell’Unione più la Norvegia, l’Islanda, il Liechtenstein, la Svizzera). Le risorse congiunte dei suoi membri con quelle delle organizzazioni partner permettono di offrire un servizio di qualità sia ai lavoratori che ai datori di lavoro. Il tutto gratuitamente.

 

Condividi