Smau 2012 Padova: ricerca e innovazione per il business

smau business

Smau 2012 Padova: ricerca e innovazione per il business

Aziende ed enti locali premiati per i loro progetti di information and communication tecnology

In Veneto l’utilizzo della banda larga da parte delle famiglie è pari al 49,5% ed è superiore di quasi 4 punti percentuali alla media nazionale. L’accesso a internet è pari al 57,3%, con un +2,7% rispetto alle media italiana. Per quanto riguarda le imprese venete, la connessione alla banda larga tocca l’82,7%, leggermente inferiore (-0,4%) rispetto alla media nazionale.

Più che positiva invece la presenza delle imprese venete su internet, con propri siti web: valore che arriva al 68,4%, cifra che supera la media nazionale di ben 7 punti percentuali, ma l’uso di internet all’interno delle imprese si ferma al 29,1% degli addetti.

Si tratta di dati elaborati da Net Consulting, azienda di consulenza e di analisi sul mercato dell’informatica, delle telecomunicazioni e dei media,  e presentati nel corso dello Smau Business di Padova (18-19 aprile), la fiera che ogni anno presenta i casi di successo più significativi del Nordest nel settore della ricerca e dell’innovazione a sostegno delle imprese. Due giorni per riflettere su virtualizzazione, cloud computing, internet delle cose, tablet, apps, unified communication & collaboration, gestione documentale e software gestionali. Tutti strumenti e  tecnologie che possono contribuire a proiettare le imprese e le pubbliche amministrazioni del Nord Est, e non solo, verso una nuova competitività.

 

I premi

In apertura dello Smau Business Padova 2012 sono stati consegnati anche il “Premio Innovazione ICT Nordest” e il “Premio Speciale Smart City”, nati per valorizzare le migliori prassi di quelle aziende o amministrazioni pubbliche che abbiano innovato l’organizzazione e il proprio business attraverso le tecnologie digitali.

Il premio Innovazione ICT Nordest è stato assegnato a Etra (sede a Cittadella, provincia di Padova), Tosato (sede a Cerea di Verona), alla Unità Locale Socio Sanitaria 8 di Asolo (provincia di Treviso), Electrolux (con sede a Porcia di Pordenone), Media Profili (sede a Mansuè di Treviso), Stevanato Group (con sede a Piombino Dese di Padova).

Nel dettaglio

Etra, che si occupa in particolare del servizio idrico integrato, della gestione dei rifiuti e di energie rinnovabili, è stata premiata per la sezione “Cloud Computing – Infrastrutture in Cloud”, per aver realizzato una rete di cloud privato grazie alla quale è riuscita a ottenere un risparmio del 30% dei costi elettrici.

Ha ricevuto la menzione per la sezione “Cloud Computing – Applicazioni in Cloud” l’azienda Tosato, che produce artigianalmente mobili in legno e complementi di arredo. Il premio ha voluto dare visibilità all’introduzione della piattaforma Microsoft Dynamics CRM, che ha aumentato l’efficacia delle attività di marketing e ha portato a un migliore utilizzo dei diversi canali di comunicazione.

L’Ulss 8 di Asolo è stata premiata per la sezione “Ict in Sanita?” per aver dato vita ad un progetto di telemedicina che, attraverso un braccialetto elettronico al polso del paziente, permette la rilevazione periodica dei parametri vitali di scompensati cardiaci. Grazie al progetto, il medico può accedere con il proprio smart phone al fascicolo sanitario elettronico dell’assistito, monitorandone i dati.

Electrolux, azienda operante a livello mondiale nel campo degli elettrodomestici, ha invece avviato una serie di progetti di gestione della catena di distribuzione che hanno permesso all’azienda di ottenere un miglioramento dell’efficienza e un conseguente abbattimento dei costi, grazie all’automazione di alcune operazioni e la riduzione delle attività a basso valore aggiunto.

Per questi progetti ha ottenuto il premio in “Gestione documentale e dematerializzazione”, mentre Media Profili, che si occupa della produzione di semilavorati per mobili da bagno, ha realizzato una infrastruttura IT che garantisce maggiore affidabilità e disponibilità dei sistemi informativi 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno ed ha ricevuto la menzione del premio per la sezione “Infrastrutture IT”.

E’ stato assegnato invece a Stevanato Group, specializzata nel vetro, il premio per la categoria “Sistemi gestionali e CRM” (CRM sta per Customer relationship management – Gestione delle Relazioni coi Clienti). Il gruppo ha adottato un nuovo software gestionale, con lo scopo di rispondere alla crescita dell’azienda e alla sempre più elevata complessità dei processi aziendali. Il nuovo software ha permesso di rendere più efficiente la gestione dell’intero processo produttivo ed è pronto ora per la prossima espansione in Cina.

Tre aziende del Nord Est sono state inoltre premiate per aver sviluppato altrettanti progetti innovativi in chiave “Smart City Roadshow”. Si tratta di G.I. Industrial Holding, della provincia di Udine, attiva nel comparto del condizionamento dell’aria, che ha recentemente adottato un’applicazione per il controllo remoto wireless di dispositivi di condizionamento in grado di monitorare decine di migliaia di dispositivi, gestendo allarmi e raccogliendo misurazioni attraverso un’interfaccia semplice adatta anche ai tablet.

Oltre a G.I., premiata anche ProAcqua Group, di Rovereto in provincia di Trento, attiva nella realizzazione dei cosiddetti “fontanelli” pubblici che distribuiscono acqua liscia o frizzante. L’azienda ha intrapreso un progetto di CRM in grado di monitorare in tempo reale la diagnostica delle fontane a garanzia di un miglioramento della qualità del servizio all’utente.

L’Ulss 8 di Asolo ha ricevuto anche il premio “Smart City” per il suo progetto di telemedicina. Si tratta di buone idee che evidentemente possono aiutare aziende e imprese di varia dimensione e dalle quali prendere ispirazione.

Agnese Fedeli

Condividi