Via libera alle assunzioni di apprendisti in FVG

Apprendistato FVG

Via libera alle assunzioni di apprendisti in FVG

Dal 26 aprile le aziende friulane possono assumere giovani tra i 18 e i 29 anni di età attraverso il contratto di apprendistato professionalizzante che unisce lavoro e formazione

Scaduto il 25 aprile il termine per il regime transitorio della legge, durante il quale si è seguita la normativa precedente, ora, con il via libera anche delle parti sociali previsto dal TU del 2011, entra in vigore il nuovo contratto.

La nuova normativa attribuisce infatti alla contrattazione collettiva nazionale “la definizione degli ambiti professionali e di categoria di applicazione dell’apprendistato”. Per questa ragione questo tipo di contratto sarà operativo in tutti i settori in cui ci sia un accordo nazionale.

Particolarità del contratto di apprendistato professionalizzante è il ruolo determinante della formazione, soprattutto quella tecnico-professionale svolta sotto la responsabilità diretta dell’azienda, che viene integrata da corsi finanziati dalla Regione per quanto concerne l’acquisizione di competenze di basi come le lingue straniere, l’informatica e la sicurezza sul lavoro: 120 ore di corsi formativi suddivisi in 3 moduli di 40 ore l’anno. Questi corsi verranno adeguati alle competenze e al titolo di studio dell’apprendista.

Esprimendo soddisfazione per l’avvio della nuova normativa, l’assessora al lavoro Angela Brandi sottolinea come la Regione voglia puntare “sul rilancio dell’apprendistato inteso come contratto a tempo indeterminato a carattere formativo, in quanto vogliamo diventi il contratto tipico con il quale i giovani entrano nel mondo del lavoro”.

La Regione Friuli Venezia Giulia prevede anche l’attivazione di azioni di supporto alle imprese (in particolare se si tratta di piccole imprese) per facilitarle nell’obbligo formativo previsto dalla nuova normativa. Per questo motivo la Regione fornirà assistenza tecnica nella fase di predisposizione del piano formativo individuale nonché nella valutazione finale dell’apprendimento conseguito. Questeazioni verranno concertate prossimamente.

APPR_IMMAGINE_NUMERO_VERDE

La Regione ha predisposto un numero verde per le aziende che avessero bisogno di un supporto per compilare il piano formativo: 800.855056. Ne alleghiamo la presentazione informativa.

A livello nazionale

Ricordiamo che possono essere beneficiari di questa forma contrattuale tutti i giovani tra i 18 e i 29 anni di età che potranno conseguire una qualificazione attraverso la formazione diretta sul lavoro e l’acquisizione di competenze di base trasversali e tecnico-professionali. I giovani apprendisti possono essere assunti in tutti i settori di attività. La durata di questo tipo di contratto non può essere inferiore a 2 anni e superiore a 6 anni. Tale durata è stabilita dai contratti collettivi nazionali in base al tipo di qualificazione da conseguire, mentre la regolamentazione dei profili formativi professionalizzanti è stabilita dalle Regioni in accordo con le organizzazioni sindacali e datoriali più rappresentative a livello locale. In ogni caso tali regolamentazioni devono sempre prevedere:

  • un monte ore di formazione formale, interna o esterna alla azienda, di almeno 120 ore annue;
  • modalità di erogazione e dell’articolazione della formazione determinate dai contratti collettivi; nazionali – territoriali – aziendali, anche all’interno degli Enti Bilaterali;
  • il riconoscimento ai fini contrattuali della qualifica professionale;
  • la registrazione su un libretto formativo delle ore di formazione effettuata;
  • la presenza di un tutore aziendale.

 

Condividi