Artigianato artistico in Toscana, chiave per la ripresa

artigianato 4

Artigianato artistico in Toscana, chiave per la ripresa

In regione il settore conta 177mila occupati. Bene soprattutto l’export per un comparto che rappresenta il 9% delle imprese toscane

177mila occupati, 33mila imprese e un fatturato di export annuo che – secondo dati Censis 2009 – ammontava a circa 10 miliardi di euro, l’artigianato artistico e tradizionale rappresenta in Toscana il 9% delle imprese nella regione e il 12% di tutti gli occupati su scala regionale.

Sono i numeri più interessanti di uno studio sull’artigianato artistico toscano commissionato da Regione Toscana ad Artex, il Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana. Dall’indagine sullo stato di salute dell’artigianato – che arriva a distanza di 10 anni dall’ultimo studio – emerge che il comparto non è assolutamente un settore marginale o di nicchia, ma che partecipa notevolmente al Pil regionale, oltre a mantenere, innovandola, una fetta di storia e di tradizione.

conferenza 1Lo studio è stato presentato dai vertici toscani di Cna e Confartigianato, rispettivamente Saverio Paolieri e Fabio Banti insieme all’Assessore regionale al Lavoro Gianfranco Simoncini e all’autore della ricerca di Artex, Daniele Calamandrei.

Cercando di fare un identikit delle aziende che oggi caratterizzano il comparto, si può dire che quelle che hanno successo sono imprese che hanno puntato molto su ricerca e sviluppo, cercando nel tempo di differenziarsi dalla concorrenza, creandosi una forte immagine di prodotto e di marca, con una struttura organizzativa piuttosto nutrita e fortemente orientate ai mercati esteri. Con una propensione specifica per almeno uno dei mercati emergenti.

 

 


Ascolta Daniele Calamandrei di Artex, autore della ricerca


 

 

La Regione Toscana ha espresso la massima disponibilità a sostenere il comparto dell’artigianato artistico. “Sono produzioni” ha detto l’Assessore al Lavoro Gianfranco Simoncini “profondamente radicate nei nostri territori e questo strettissimo legame ne costituisce uno dei punti di forza. Per questo il nostro compito, anche attraverso Artex che è l’ente di cui la Regione si avvale per le politiche a sostegno del settore, è oggi più che mai quello di far crescere e rafforzare le tante piccole e piccolissime imprese che compongono il variegato panorama dell’artigianato artistico, aiutandole ad essere più competitive”. Negli ultimi mesi proprio la Regione si è fatta promotrice di bandi e avvisi pubblici per incentivare i processi di integrazione fra imprese, per potenziare la vocazione all’internazionalizzazione e all’innovazione.

artigianato 3

Nonostante ciò, non si può nascondere l’impatto della crisi sull’artigianato, tradizionale e artistico. Le imprese che hanno sofferto maggiormente negli ultimi anni sono quelle artigiane poco strutturate. Il trend 2012 e le previsioni su tutto l’anno confermano le preoccupazioni sull’andamento delle imprese del settore. Senza dimenticare il problema dell’accesso al credito.

 

Di tutti questi temi abbiamo parlato con Fabio Banti, Presidente di Confartigianato Toscana.


Fabio Banti, Presidente di Confartigianato Toscana. Ascolta l’intervista audio!


Agnese Fedeli