Valorizzare il made in Italy: i premi del Comitato Leonardo Qualità Italia

leonardo logo

Valorizzare il made in Italy: i premi del Comitato Leonardo Qualità Italia

Banditi anche quest’anno i premi Leonardo: riconoscimenti importanti per le aziende italiane e per i giovani più promettenti del nostro paese

Promuovere l’Italia come sistema Paese, mettendo in rilievo le doti di imprenditorialità, creatività artistica, raffinatezza e cultura dei nostri connazionali, che si riflettono nei nostri prodotti e nel nostro stile di vita. E’ questo l’obiettivo del Comitato Leonardo, che raccoglie in associazione oltre cento tra artisti, intellettuali e imprenditori italiani.

Fin dalla sua istituzione nel 1993, per iniziativa dei soci fondatori, ICE (Istituto nazionale per il Commercio Estero) e Confindustria, il Comitato promuove eventi culturali, seminari, conferenze, mostre e manifestazioni che mettano in luce i molteplici aspetti della creatività italiana e del “Made in Italy”, offrendo ai suoi soci e alle aziende italiane opportunità di contatti internazionali.

 

I Premi Leonardo

Dopo la prima edizione, del 1994, che si svolse negli USA e vide premiati la Ferrari, “per il contributo in tanti anni di appassionata attività produttiva e sportiva”, e il professor Allen Mandelbaum, “per il suo eccezionale apporto alla diffusione della conoscenza nel mondo anglosassone della poesia italiana classica e contemporanea e, in particolare, per una versione in lingua inglese della Divina Commedia, di altissima qualità”, dal 1995 il premio Leonardo gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e viene consegnato nel corso di una cerimonia ufficiale presso il Palazzo del Quirinale, alla presenza del capo dello Stato, di numerose autorità italiane e di rappresentanti del corpo diplomatico.

Ogni anno il Premio Leonardo viene assegnato ad “una personalità italiana o straniera che abbia contribuito ad affermare e promuovere l’immagine dell’Italia nel mondo”, avendo raggiunto i più alti risultati nella propria attività imprenditoriale, scientifica, culturale o artistica, e la più alta rinomanza internazionale.
Vengono inoltre assegnati tutti gli anni il premio alla carriera, che dal 2004 si conferisce a “una personalità  che abbia contribuito a rafforzare l’immagine del nostro Paese grazie all’eccellenza della propria attività professionale”, e il premio Leonardo International, che si svolge di volta in volta in un diverso paese straniero, individuato ogni anno come un importante mercato strategico per l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Il premio decora una personalità del Paese prescelto quale sede del premio, “che abbia particolarmente contribuito a sviluppare e migliorare i legami culturali ed economici con l’Italia”.

I premi Leonardo per le imprese

In più il Comitato Leonardo assegna annualmente i premi Leonardo Qualità Italia, “a tre imprenditori la cui azienda si sia distinta nell’anno per innovazione di qualità nei prodotti, combinata con una forte proiezione internazionale, commerciale e produttiva”. I criteri per l’assegnazione del premio sono legati soprattutto al successo sui mercati internazionali, attraverso la valutazione dell’aumento del fatturato all’esportazione e della presenza su più mercati esteri, unitamente all’analisi del livello qualitativo ed innovativo dei prodotti esportati, del modello organizzativo ed economico, che deve risultare esemplare per lo sviluppo internazionale dell’impresa italiana, e del modello settoriale di riferimento.

Tutti i premi Leonardo sono assegnati su giudizio insindacabile di una qualificata giuria, composta da soci del Comitato, direttori di autorevoli giornali e riviste e responsabili delle principali emittenti del sistema radio-televisivo.

Premiazione Leonardo

I premi di laurea e la valorizzazione del made in Italy

Dal 1997, il Comitato Leonardo insignisce con borse di studio giovani neolaureati che abbiano approfondito, nelle loro ricerche, “i valori dell’immagine dell’Italia nel mondo, dell’innovazione e del design”. I premi di laurea sono finanziati da imprenditori soci, ai quali sono intitolati, e vengono conferiti nel corso della cerimonia di consegna dei Premi Leonardo al Quirinale.
Sono undici i riconoscimenti in palio per il 2012, del valore di 3.000 Euro ciascuno, destinati a laureati nelle diverse facoltà, o a diplomati di scuole speciali, a seconda del tipo di premio. I requisiti delle tesi di laurea e la commissione giudicatrice variano evidentemente da bando a bando, per cui si consiglia di fare riferimento al testo allegato. Per candidarsi, secondo le modalità indicate nei singoli bandi, c’è tempo fino al 31 Ottobre 2012.

Di seguito una breve presentazione dei singoli premi:

Premio Alfredo Canessa sul tema “Moda, creatività e Artigianato”, finanziato dal centro di Firenze per la moda Italiana, destinato a tesi di laurea specialistica o elaborati finali di scuole e accademie di moda con durata triennale che evidenzino gli scenari futuri e le strategie di promozione del prodotto moda “Made in Italy”.

Premio sul tema “Identità e nuovi valori per l’alto artigianato della gioielleria: il sistema Tarì”, finanziato dal Centro Orafo Il Tarì S.C.P.A., destinato a tesi di laurea che evidenzino le prospettive per il gioiello italiano, analizzando la percezione del Made in Italy nel mondo e valutando i punti di forza del settore orafo italiano e le sue prospettive future.

Premio Clementino Bonfiglioli sul tema “Sviluppo di soluzioni meccatroniche per la trasmissione di potenza in applicazioni industriali”, finanziato dalla Bonfiglioli Riduttori SPA, offerto a laureati in Ingegneria Meccatronica o laureati in Ingegneria Elettrica e Meccanica con curriculum specializzato in materie meccatroniche e dell’automazione. Il premio consiste in uno stage di 6 mesi presso la sede bolognese dell’azienda, con un contributo mensile di circa 600 Euro al mese, e può essere sostituito dal premio in denaro in caso di difficoltà a sostenere lo stage.

Premio sul tema “I cambiamenti della società e lo scenario mondiale economico hanno accelerato la metamorfosi dei consumatori, sempre più informati e convinti a modificare l’approccio all’acquisto. Tutto ciò ha stravolto il marketing tradizionale e messo in discussione le sue strategie: “nasce il marketing 3.0”. Come sfruttare al meglio le nuove leve tecnologiche per supportare l’internazionalizzazione del brand, con impegno, unicità, interattività, sharing, rafforzamento dell’identità e quali sono le aree di intervento nel marketing 3.0?” finanziato da Corneliani SPA.

Premio sul tema “Internazionalizzazione e competitività del Made in Italy nel nuovo contesto economico mondiale”, finanziato dalla Fondazione Manlio Masi – Osservatorio Nazionale per l’internazionalizzazione e gli scambi, con possibilità di pubblicazione della tesi, e Premio sul tema “Le imprese italiane e i mercati internazionali. La finanza del “Sistema Italia” per lo sviluppo della competitività”, finanziato da SIMEST SPA, destinati a ricerche che affrontino il tema delle esportazioni italiane e dell’internazionalizzazione delle nostre aziende.

Premio Linda Cena sul tema “Le imprese italiane e il patrimonio culturale. Modelli emergenti per un nuovo approccio alla conservazione e valorizzazione dei beni culturali”, finanziato da Fondazione Bracco e destinato ad una tesi magistrale che approfondisca il legame tra imprenditoria e beni culturali nel nostro Paese, mettendo in luce anche le buone pratiche esistenti.

Due premi sul tema “Sviluppo scientifico e tecnologico delle fonti rinnovabili in Italia”, finanziati da G.S.E. (Gestore Servizi Energetici), per tesi di laurea sulla produzione di energia alternativa.

Due premi sulla ingegneria navale, finanziati da Perini Navi SPA, destinati a Facoltà, Politecnici e Scuole di Specializzazione, per premiare tesi di laurea, post-laurea e ricerche sul tema specifico proposto dai singoli bandi.

Laura Carmen Paladino

Allegati

word Allegato 1 – bandi premi leonardo 2012.doc
pdf Allegato 2 – domanda bandi Leonardo.pdf