Lavoro atipico, in Toscana accordo tra Regione e sindacati

prometeo3

Lavoro atipico, in Toscana accordo tra Regione e sindacati

Rinnovata fino al 2014 l’attività dei 56 sportelli “Prometeo3” che svolgono attività di orientamento e informazione per i lavoratori atipici, cassintegrati. Resta aperto anche il fondo di garanzia per l’accesso al credito di quanti non hanno contratti a tempo indeterminato

Si rafforza ulteriormente il lavoro portato avanti dai 56 sportelli “Prometeo3” dedicati al lavoro atipico in Toscana: luoghi dedicati a quei lavoratori che si trovano a vivere situazioni difficili a livello di tipologia contrattuale, perché non hanno la sicurezza di un tempo indeterminato o temono di perdere l’impiego.

Insieme ai Centri per l’impiego, aiutano i lavoratori, i cassintegrati e anche i giovani a orientarsi nelle opportunità aperte dagli enti pubblici, sulle possibilità di approfittare di voucher formativi, sulle modalità per avviare una propria attività o impresa.

Gli sportelli “Prometeo3” inoltre si occupano di fornire ai lavoratori in Cassa integrazione e mobilità in deroga il libretto formativo, dove si registrano le esperienze lavorativo-professionali e le competenze acquisite durante la formazione formale, oltre ad orientare cittadini e lavoratori verso le tante sfaccettature del progetto “GiovaniSi’”. Un vero universo che arricchisce i servizi regionali per l’impiego e la cui convenzione è stata rinnovata da Regione e sindacati (Cgil, Cisl e Uil) anche per gli anni 2012-2014.

Guarda l’intervento di Gianfranco Simoncini, Assessore a Lavoro e Formazione della Regione Toscana, e di Ciro Recce, Cisl Toscana.

Il “Prometeo3” è un servizio del quale usufruiscono diverse migliaia di cittadini e lavoratori ogni anno. E si tratta di un servizio che piace, come conferma una ricerca sull’indice di gradimento di alcuni servizi per l’impiego. Dall’analisi emerge un giudizio sostanzialmente positivo sugli sportelli dedicati ai lavoratori atipici. L’85% di quanti hanno risposto si è detto soddisfatto del servizio, il 59% abbastanza soddisfatto, il 26% addirittura molto soddisfatto.

Consulta gli allegati con le sedi degli uffici “Prometeo3” suddivisi per provincia!

Un servizio di orientamento, informazione e formazione che si affianca ad altre misure più specificamente anticrisi, sempre pensate per i lavoratori atipici. Primo su tutti il “fondo di garanzia per i lavoratori atipici”, tramite il quale la Regione si fa garante nei confronti delle banche affinché i lavoratori che non hanno un contratto a tempo indeterminato – ossia tutti quelli che difficilmente hanno un facile accesso al credito – possano ottenere un prestito fino ad un massimo di 15 mila euro a tassi agevolati. Le informazioni sul fondo si possono chiedere all’agenzia regionale Artea, che gestisce la pratica, al numero di telefono 055-3241872 o all’indirizzo di posta elettronica  garanzie@artea.toscana.it.

Agnese Fedeli

Allegati

pdf Arezzo.pdf Grosseto.pdf Lucca.pdf Pisa.pdf Prato.pdf Firenze.pdf Livorno.pdf Massa Carrara.pdf Pistoia.pdf Siena.pdf