L’Europa negli occhi di una donna

Marise Cremona

L’Europa negli occhi di una donna

Intervista a Marise Cremona, Presidente ad interim dell’Istituto universitario europeo, dove hanno insegnato Sartori e Amato, ora affidato a una donna esperta di diritto comunitario

Arrivare all’Istituto universitario europeo di Fiesole, a pochi chilometri da Firenze, è un tragitto che riempie gli occhi della bellezza delle colline toscane. È una vera e propria università, per quanto piccola, specializzata sull’insegnamento e la ricerca nella storia, nelle scienze sociali, nel diritto comunitario europeo.

Attiva dal 1972 – quando diversi Paesi europei firmarono una convenzione volta all’istituzione di un ente di formazione internazionale – alcuni dei docenti che qui hanno insegnato sono il politologo Giovanni Sartori e il giurista e politico Giuliano Amato, solo per citare alcuni italiani. Da qualche settimana, l’Istituto è diretto da una donna, esperta di diritto comunitario: l’inglese Marise Cremona, che succede a Josep Borrell e guida l’università ad interim fino all’elezione di un nuovo Presidente. Donna in Affari è andata a intervistarla per cercare di capire la difficile situazione dell’Europa in questi mesi, da un punto di vista femminile e da un osservatorio di studio e ricerca privilegiato.

chiostro-interno istituto-europeo

Dopo aver compiuto i suoi studi in giurisprudenza e diritto internazionale a Oxford e Cambridge, Marise Cremona ha insegnato Diritto Commerciale Europeo al Centro di Studi di Diritto Commerciale della Queen Mary University di Londra. Dal 2006 ha tenuto corsi di Diritto Europeo all’Istituto universitario di Fiesole, dove ha anche diretto il Dipartimento di Legge.
Le sue aree d’interesse accademico riguardano le relazioni esterne, la politica estera e di sicurezza comune dell’UE, i rapporti tra UE e WTO, la politica europea di vicinato, l’allargamento dell’UE, il mercato interno e il diritto costituzionale dell’UE.

Condividi