Favorire la sostenibilità ambientale: un bando studenti universitari under 30

Favorire la sostenibilità agroalimentare: un bando per studenti universitari under 30

Un concorso per progetti di ricerca che riflettano su cibo e sostenibilità.  Iscrizioni aperte fino al 20 agosto. La partecipazione è gratuita

Senza la garanzia del cibo è a rischio la stessa dignità della persona umana: si tratta di una delle sfide più urgenti del mondo contemporaneo, in cui, nonostante gli ampi progressi scientifici e tecnologici, si conservano ancora importanti sacche di povertà e la piaga della fame resta diffusa.

La consapevolezza della centralità di questo tema per uno sviluppo sostenibile ha indotto, nel 2009, alla fondazione del BCFN (Barilla Center for Food and Nutrition), un vero e proprio centro di ricerca che approfondisce i temi dell’alimentazione su scala planetaria e mira ad aggregare le esperienze e le competenze più qualificate nel settore a livello mondiale, con una metodologia trasversale, capace di integrare le diverse specializzazioni disciplinari.

Le attività del BCFN e il BCFN YES

Le ricerche del Barilla Center si sviluppano su quattro macroaree: Food for Sustainable Growth, Food for Health, Food for All, Food for Culture. Gli studi condotti dal Centro, con l’aiuto di esperti di livello internazionale, intendono presentare proposte e raccomandazioni a quanti hanno il potere di decidere su scala globale, attraverso un dialogo aperto con le istituzioni, l’università, le imprese e la società. Con l’obiettivo di arricchire la ricerca è nato il premio BCNF YES, dove YES sta per Young Earth Solution (e non ci sembra poco in termini di ottimismo e di positività).

Il progetto mira a raccogliere idee giovani e brillanti sui temi dell’alimentazione, che saranno presentate al prossimo International Forum on Food and Nutrition (il quarto), in programma a Milano, presso l’Università Commerciale Luigi Bocconi, i prossimi 28 e 29 Novembre. Nel corso della manifestazione, di livello internazionale, i migliori progetti presentati avranno l’occasione di essere esposti e valutati dai massimi esperti del settore.

Come partecipare al BCFN YES

La partecipazione al concorso è completamente gratuita: gli studenti dovranno presentare un progetto di ricerca originale sul tema “Cibo e sostenibilità: come ridurre il nostro impatto ambientale, garantendo salute e accesso al cibo per tutti”.

La metodologia di approccio alla tematica è libera e ampia, in quanto è possibile affrontarla a partire dalle diverse aree accademiche, ed è particolarmente apprezzata l’impostazione interdisciplinare, tipica del Barilla Center. A titolo di esempio, vengono indicate nel bando, che si allega, sette aree tematiche:
–    Nutrizione, health and life sciences;
–    Marketing e distribuzione;
–    Relazioni Internazionali;
–    Media;
–    Supply Chain and agricolture;
–    Education and cross-cultural studies;
–    New technologies.

Ogni partecipante dovrà presentare un sintetico saggio, in lingua inglese, di massimo 1000 parole, che descriva il problema specifico legato al tema del concorso che si intende affontare, con indicazione precisa del paese o dell’area geografica cui si fa riferimento nella propria analisi e dei dati economici, ambientali e sociali relativi alla situazione affrontata.
Deve essere esposta poi in modo chiaro l’idea proposta per la soluzione del problema presentato, corredata da elementi tecnici ed economici che consentano di valutarne la realizzabilità.

Il progetto può essere presentato da singoli studenti o da gruppi di massimo tre partecipanti: in tal caso, è prevista la presentazione di un unico elaborato da parte del capogruppo. Tutti i concorrenti non devono aver compiuto 30 anni alla data del 30 ottobre 2012.

Un progetto innovativo e internazionale e un’opportunità unica per i giovani studiosi

Valuterà i progetti una giuria di esperti nominati dal BCFN e dal suo Advisory Board. I punteggi saranno assegnati in base all’originalità  e innovatività (da 30 a 100 punti) e alla concretezza e fattibilità (da 20 a 100 punti) della proposta, oltre che tenendo conto della capacità di incidere positivamente sul benessere delle persone e dell’ambiente (impatto sociale dell’idea: da 50 a 100 punti).
Sarà criterio di valutazione anche la diversa estrazione scientifica e geografica dei componenti del team, con una particolare attenzione ai gruppi misti internazionali e interdisciplinari.

Entro il 1 ottobre 2012 saranno indicati i 10 migliori progetti semifinalisti, i cui ideatori saranno invitati a partecipare al Forum di Milano, a spese del BCFN; altri 20 progetti potranno partecipare a loro spese, e per queste 30 migliori idee è prevista, a cura del BCFN, la stampa di poster di presentazione che verranno esposti nei locali del Forum, previa realizzazione da parte degli ideatori dei progetti, che dovranno inviare i files entro il 30 ottobre 2012.

Alle 30 idee semifinaliste sarà concesso durante il Forum, il 28 Novembre, un tempo di 10 minuti per la presentazione del progetto, nelle modalità ritenute più opportune (power point, video). Seguirà l’elezione delle tre migliori idee finaliste, valutate anche in base alla capacità espositiva e al televoto di chi seguirà le presentazioni in live streaming. I tre finalisti si giocheranno la vittoria nella giornata del 29 novembre.

Tutte le idee inviate verranno pubblicizzate a cura del BCNF; a quella vincitrice andrà un premio in denaro di mille euro e la possibilità di partecipare nel 2013 ad un progetto di studio del BCFN in una delle quattro aree di attività, con il rimborso di ogni spesa sostenuta dagli ideatori del progetto a questo scopo.

Laura Carmen Paladino

All.

 

pdf Bando-Barilla-Ricerca.pdf