Offerta formativa per bimbi dai 2 ai 3 anni come supporto alle madri lavoratrici

scuola

Offerta formativa per bimbi dai 2 ai 3 anni come supporto alle madri lavoratrici

 

Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e la Regione Friuli Venezia Giulia portano avanti l’iniziativa fondata sulla collaborazione tra le scuole dell’infanzia pubbliche o paritarie e gli asili nido statali, comunali e privati

“Sezioni primavera” è il nome di questo servizio offerto alle mamme lavoratrici della regione che sarà confermato anche durante il corso dell’anno scolastico 2012-2013. Chi ha un asilo nido privato o una scuola per l’infanzia può partecipare al bando la cui scadenza è il 18 settembre.

Potranno presentare progetti ad hoc tutte le strutture scolastiche per l’infanzia coinvolte. Lo conferma l’assessore all’Istruzione, Università e Ricerca Roberto Molinaro ricordando che, per dare continuità al progetto già avviato lo scorso anno scolastico “Sezioni primavera”, è stata inserita una apposita riserva di fondi nel “Piano di interventi per lo sviluppo dell’offerta formativa delle istituzioni scolastiche statali e
paritarie del FVG”. Si tratta di 500mila euro messi a disposizione con la Legge Finanziaria regionale che, grazie all’assestamento di bilancio, dovrebbero venir più che raddoppiati per restare in linea con
l’oltre un milione di euro stanziato nel passato anno scolastico 2011-2012. A questa cifra si sono aggiunti in seguito i 200mila euro erogati dal Ministero. Con questi fondi si potrà pertanto continuare a diffondere sul territorio questa sperimentazione formativa rivolta ai più piccini. Infatti, anche quest’anno oltre ai fondi della Regione verranno messi a disposizione i fondi nazionali.

Nell’attesa che arrivino i fondi ministeriali, per procedere all’emanazione del bando (che alleghiamo in fondo all’articolo) in tempo per l’inizio dell’anno scolastico, Regione e Ufficio Scolastico Regionale hanno provveduto alla stipula dell’intesa
annuale per la realizzazione della sperimentazione, avviata nel 2010 in seguito all’Accordo quadro nazionale sottoscritto nell’ambito della Conferenza Stato-Regioni-Enti locali.

Si è proceduto a ripetere anche quest’anno l’iniziativa in quanto ha avuto già un enorme successo, come attesta il progressivo aumento delle sezioni partecipanti, “che lo scorso anno scolastico” spiega l’assessore Molinaro “sono state in tutto 57 per un totale di 740 bambini. Udine ha partecipato con 36 sezioni e 407 bambini, Pordenone con 18 sezioni e 283 bambini, Trieste con 2 sezioni e 40 bambini e Gorizia con 1 sezione e 10 bambini”.

 

pdf Bando-Sezioni-Primavera.pdf