Scuola estiva nazionale per insegnanti di scienze naturali

Scuola estiva nazionale per insegnanti di scienze naturali

 

Si terrà in Valle d’Aosta dal 21 al 25 agosto la scuola estiva nazionale per gli insegnanti di tutti gli ordini di scuola organizzata dall’ANISN (Associazione Insegnanti di Sciente Naturali) e patrocinata dall’assessorato istruzione e cultura della Regione

Il corso di aggiornamento si svolgerà in più località della Valle d’Aosta e avrà come tema “l’ecosistema montano: dinamiche e flussi, paesaggio sensibile, connessioni impreviste della Valle d’Aosta – strumenti e modelli didattici, in laboratorio e sul terreno”.

Lo scopo della scuola estiva è quello di presentare e approfondire ad un buon livello scientifico, le tematiche relative all’ambiente montano: rischi naturali, morfologia glaciale ed ecosistemi di montagna. Le lezioni saranno integrate dalla presentazione di strumenti e modelli didattici da sperimentare e condividere. Per questo motivo sono stati coinvolti tutti gli enti scientifici che operano nella Regione nel campo delle scienze della terra, che illustreranno l’evoluzione e le trasformazioni, antiche e recenti, del paesaggio montano e ne dimostreranno la sensibilità e i sottili equilibri che lo regolano, in ambienti suggestivi e didatticamente efficaci, come i ghiacciai del Monte Bianco o le grandi pieghe del Cervino.

Poiché dalle Scienze della terra alle Scienze della vita il passaggio è breve, e le dinamiche e i flussi sono costanti nonché complessi, è stato necessario coinvolgere esperti in altri campi che presenteranno modelli ed esempi di ecosistemi montani.
Un’attenzione particolare sarà quindi dedicata a dimostrare l’unitarietà, la complessità e l’imprevedibilità delle connessioni che regolano tutti gli aspetti dell’ambiente montano.

L’assessore all’istruzione e cultura, Laurent Viérin, ha sottolineato che “la scuola estiva dell’ANISN è un’occasione per far conoscere la nostra regione agli insegnanti provenienti da tutta Italia. Il nostro interesse è di presentare le innegabili valenze naturalistiche e culturali, ma in particolare le risorse scientifiche che stiamo proponendo agli insegnanti insieme agli strumenti didattici, sempre più efficaci e coinvolgenti, che stiamo sperimentando con i nostri studenti. Strutture come il Science Centre regionale, con le attività consolidate che vi si realizzano, o la Maison des anciens remèdes costituiscono modelli di qualità e di efficacia”.

Gli insegnanti italiani che vogliono partecipare al corso possono rivolgersi alla dott.ssa Susanna Occhipinti, dell’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta, Sovraintendenza agli Studi, Ufficio supporto autonomia scolastica inviandole un’e-mail all’indirizzo
s.occhipinti@regione.vda.it.