Summer School Generazioni 2

Livia Turco

Summer School Generazioni 2

Promossa dalla Fondazione Nilde Iotti, la fondazione di cultura e politica delle donne guidata da Livia Turco, e dalla Provincia di Reggio Emilia, presieduta da Sonia Masini, la Summer School è diretta ai giovani tra i 18 e i 35 anni che potranno iscriversi entro il 15 settembre 2012

Si tratterà di cinque giornate di formazione – dal 24 al 29 settembre – sul tema “Le ragazze e i ragazzi di origine straniera: dinamiche sociali ed energie per lo sviluppo” e parteciperanno in qualità di docenti e relatori personalità di rilievo del mondo accademico, politico e istituzionale.

Si tratterà di un corso a numero chiuso: sono solo 20 infatti i posti disponibili. Gli studenti ammessi, al termine del percorso formativo, potranno elaborare proposte concrete scaturite a partire dalle analisi dei relatori sul fenomeno delle seconde generazioni (in sociologia si parla di seconde generazioni facendo riferimento ai giovani nati sul territorio italiano da genitori stranieri) nei diversi ambiti: demografia, economia, welfare, diritto e cultura (vedi il programma in fondo all’articolo). Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza che, per gli studenti dei corsi di laurea magistrale in Giurisprudenza e di laurea triennale in Scienze giuridiche, dell’impresa e della PA dell’Università di Modena e Reggio Emilia darà diritto 1 CFU per “altre attività formative” (con la frequenza di un minimo di 12 ore registrate).

Il requisito minimo per accedere ai corsi tenuti fra gli altri dalla stessa Livia Turco (presidente della Fondazione Nilde Iotti), dal Sottosegretario all’Istruzione Marco Rossi Doria, dal Senatore Massimo Livi Bacci, dalla prof Donata Gottardi (tutti i relatori sono elencati, con le rispettive qualifiche, sul sito alla pagina generazioni2.it/i-relatori/), è il possesso del diploma di scuola superiore. Se le domande di partecipazione sono superiori al numero stabilito (20), si selezioneranno gli allievi sulla base del proprio Curriculum vitae et studiorum tenendo conto in particolare del profitto scolastico o universitario, della coerenza degli studi svolti con l’oggetto della formazione, di eventuali esperienze lavorativo o di volontariato e di eventuali pubblicazioni sui temi oggetto della formazione.

La Summer School si avvale del metodo della lezione frontale, del seminario e della lezione magistrale, oltre che di momenti aperti di discussione di gruppo per l’approfondimento delle diverse aree tematiche. Solitamente le Summer School hanno un costo notevole, ma in questo caso si tratta di una cifra veramente irrisoria: 50 euro, che tra l’altro comprendono anche il vitto e l’alloggio in mezza pensione per chi proviene da fuori Reggio Emilia.
Il corso infatti si terrà nel capoluogo emiliano, parte nell’Aula Magna dell’Università di Modena e Reggio Emilia, in V.le Allegri n. 9, e parte presso il Centro Internazionale Loris Malaguzzi in V. Bligny n.1. 

Ci si può iscrivere compilando la scheda di iscrizione direttamente sul sito sopra indicato. In alternativa, si può mandare una lettera motivazionale di richiesta (max 6mila battute), con il proprio curriculum vitae e la copia di un documento di identità via e-mail alla Provincia di Reggio Emilia: l.rizzi@mbox.provincia.re.it indicando nell’oggetto “Iscrizione Summer School Reggio Emilia” seguita dal nome e cognome dell’iscritto.
La quota di iscrizione di 50 euro può essere versata tramite bonifico bancario sul c/c intestato a Fondazione Nilde Iotti c/o il Banco di Napoli (IBAN IT26N0101003201100000013241). Copia della ricevuta del bonifico effettuato va inoltrata o via fax allo 0522.438988 o via mail allo stesso indirizzo suindicato.
Le domande devono pervenire entro il prossimo 15 settembre.

 

Il programma

Demografia. La conoscenza di un fenomeno e delle peculiarità legate alla condizione delle “seconde generazioni” non può prescindere dall’analisi dei dati: i relatori di questo ambito tematico avranno dunque il compito di delineare tendenze e cambiamenti del fenomeno migratorio, con particolare attenzione ai giovani che hanno famiglie provenienti da altri Paesi.

Economia. Il contesto economico è storicamente il motore dei processi migratori: in Italia, in Europa e a livello globale. Un approfondimento in questa direzione sarà dunque utile per delinare le caratteristiche e le principali tendenze dell’immigrazione oggi.

Welfare. Case popolari ai cittadini di origine straniera, posti nei nidi ai figli di famiglie provenienti da altri Paesi, utilizzo del servizi sociali e sanitari: sono temi spesso oggetto di polemiche e a forte rischio di creare fratture sociali, perché facili ai luoghi comuni. L’approfondimento di queste tematiche ha l’obiettivo di fare chiarezza sui dati e sui fattori che influenzano la percezione della “presenza dei cittadini di origine straniera nel welfare”, da parte sia dei cittadini di origine straniera, sia dei cittadini autoctoni.

Diritto. L’approfondimento in questo ambito sarà incentrato sui principi giuridici e sui valori alla base delle norme in materia di immigrazione nel contesto italiano, in una comparazione anche con i sistemi di altri Paesi europei. Particolare attenzione verrà dedicata alla normativa sull’acquisizione della cittadinanza italiana, ai diritti delle donne e dei giovani.

Cultura. Analizzare i rapporti tra le diverse culture è fondamentale per comprendere come i singoli individui costituiscono la propria identità. Percezione di sè e del proprio gruppo di appartenza, aspettative e ruoli possono costituire ambiti problematici. Tali difficoltà tendono ad accentuarsi laddove il vissuto delle persone si sviluppa in comunità e gruppi primari di riferimento differenti tra loro per tradizioni, valori e comportamenti.
Lo scopo dell’analisi di questo ambito sarà dunque quello di individuare analogie e differenze, oltre che di mettere l’accento sulla condizione della donna come elemento emblematico del contesto culturale.

Le lezioni della Summer School sono inoltre aperte al pubblico fino ad esaurimento dei posti disponibili nelle aule che ospitano le attività. È possibile confermare la propria presenza mettendosi in contatto con la segreteria organizzativa della Summer School (l.rizzi@mbox.provincia.re.it, telefono 0522.444 159).

Condividi