Promozione sui mercati esteri dei prodotti agroalimentari piemontesi

logo_regione_piemonte ue

Promozione sui mercati esteri dei prodotti agroalimentari piemontesi

Dall’Europa arrivano 20 milioni di euro per la promozione dei prodotti di qualità, le eccellenze piemontesi nel settore agroalimentare

Grazie al provvedimento, che invita le aziende a presentare progetti, si incentivano gli investimenti per un totale di 60 milioni di euro. I prodotti interessati sono quelli DOP, IGP, biologici e i vini DOC e DOCG.

La Regione Piemonte ha già stanziato 9 milioni di euro per finanziare i progetti di promozione a seguito del Bando 2012/2013 relativo alla misura 133 del PSR (Programma di Sviluppo Rurale). Si tratta di centinaia di iniziative  di promozione sui mercati nazionali ed esteri: partecipazione a fiere e manifestazioni agroalimentari, pubblicità informativa diretta ai consumatori, promozione presso la grande distribuzione, missioni commerciali, work shop, uffici stampa, ecc.. Il tutto per 20 milioni di investimenti ai quali si aggiunge uno stanziamento di 20,66 milioni di euro a sostegno dell’export che attiverà investimenti per ulteriori 40 milioni di euro.
In quest’ultimo caso si tratta della Misura “Promozione sui mercati dei Paesi terzi” per l’organizzazione comune del Mercato vitivinicolo – campagna 2012/2013.

Si ricorda che tra le azioni pubblicitarie e di informazione giornalistica che possono essere finanziate sono compresi gli spazi pubblicitari sulle testate giornalistiche, come quella sulla quale state leggendo il presente articolo.

L’Assessore all’agricoltura, Claudio Sacchetto, ha sottolineato che: “l’approvazione dei finanziamenti per un totale di quasi 20 milioni di euro, costituisce un elemento di fiducia nel deprimente contesto economico finanziario. Un intervento importante a sostegno della nostra agricoltura che, anche in questo momento di recessione, rappresenta un elemento dinamico e un pilastro della nostra economia. Basti pensare che il sistema agroalimentare piemontese, con le sue 67.000 aziende agricole, 200 cooperative agricole, 6.000 aziende agroindustriali, 4.000 aziende artigianali, rappresenta un fatturato di 12 miliardi di euro (il 10% di quello nazionale) e un valore dell’export di circa 3,7 miliardi di euro (circa il 16% dell’export agroalimentare nazionale e l’8% dell’export totale Piemonte). I nostri prodotti agricoli sono anche un simbolo delle eccellenze del nostro Piemonte nel mondo e contribuiscono ad accrescerne l’immagine e l’accoglienza. Con tali iniziative si incentiva un investimento privato attorno ai 60 milioni di euro”.

Il Presidente della Regione, Roberto Cota, ha aggiunto: “la qualità continua ad essere la carta vincente di tutte le imprese piemontesi, naturalmente anche di quelle che lavorano in ambito agricolo. Oggi più che mai diventa fondamentale supportare tutte quelle realtà che, anche in un contesto economico difficile,  continuano a puntare con caparbietà sulla qualità dei prodotti per vincere le nuove sfide imposte da una competitività sempre più serrata sui mercati. L’eccellenza agroalimentare piemontese è un bene che dobbiamo non solo tutelare ma promuovere in tutto il mondo”.