Ciclo nazionale di convegni su “Comunicare al femminile”

Comunicare al Femminile

Ciclo nazionale di convegni su “Comunicare al femminile”

Il pensiero femminile alla base della ripresa economica, della ricerca e dello sviluppo imprenditoriale. Una serie di appuntamenti in giro per l’Italia

Scoprire le più significative esperienze, in chiave femminile, legate ai temi “donna e impresa”, “donna e turismo”, “donna e istituzioni” e molto altro. È lo scopo del ciclo di convegni e tavole rotonde su “Comunicare al femminile” che ha l’intento di dimostrare le potenzialità positive di una sempre più massiccia presenza delle donne in ogni ambito economico, sia esso produttivo o intellettuale.

I convegni e le tavole rotonde sono organizzati dall’Istituto Europeo Pegaso Onlus, coordinatore Europeo delle Nazioni Unite e socio dell’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea (APRE), in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento Comunicazioni.

Uno degli ultimi appuntamenti si è tenuto a Milano il 15 ottobre, nella sede del Consiglio Regionale della Lombardia.  Tra gli interventi, anche quello di Sara Valmaggi, Vice Presidente del Consiglio regionale, che ha affermato: “abbiamo ospitato questa iniziativa promossa dall’Istituto Europeo Pegaso perché tende alla valorizzazione delle professionalità femminili non in un’ottica di tutela ma di promozione attiva. Valorizzare l’apporto delle donne in tutti i settori, e soprattutto in quelli dell’innovazione e della ricerca, non è solo una questione per le donne: come i dati economici dimostrano, i Paesi che hanno investito di più nell’occupazione femminile sono quelli più stabili dal punto di vista economico”. All’evento hanno collaborato anche l’associazione “Donne in quota” e “bic-italia.net”.


Ascolta l’intervista a Domenico Di Conza, Direttore dell’Istituto Pegaso.


Nel  corso del convegno milanese è stata lanciata anche l’iniziativa “Adotta un’idea di talento”, dedicata alle donne tra i 16 e i 25 anni. In sostanza, una sorta di microcredito che metterà in contatto 20 ragazze e donne di età compresa tra i 16 e i 25 anni che abbiano un “sogno imprenditoriale nel cassetto” con 20 fondazioni, organizzazioni di categoria, imprenditori e imprenditrici, pronte a sostenere anche economicamente la loro idea di talento. E per cercare di premiare con un microcredito agevolato le idee migliori, al bando di selezione potranno partecipare solo giovani donne che possano dimostrare di avere ottenuto un profitto scolastico non inferiore alla media dell’8 negli ultimi 3 anni delle scuole superiori e con votazione media del 24 agli esami universitari.
Il prossimo convegno della rassegna “Comunicare al femminile” – l’ultimo del calendario – è fissato per il 14 dicembre a Bologna. Si parlerà di “Donne tra scuola, formazione e università”.

Agnese Fedeli

 

Condividi