Contributi per l’occupazione femminile

logo

Contributi per l’occupazione femminile

Entro il 30 novembre si potranno richiedere al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali i contributi per progetti di durata massima di 24 mesi  relativi al “programma –obiettivo per l’occupazione femminile”

Il PO per sostenere l’occupazione femminile è formulato ogni anno dal Comitato nazionale per l’attuazione dei principi di parità di trattamento ed uguaglianza di opportunità tra lavoratori e lavoratrici.

 

Con questo Programma si promuovono azioni finalizzate alla costituzione o al consolidamento di imprese femminili, all’occupazione e al reinserimento lavorativo femminile, alla creazione di progetti integrati di rete.

La domanda per ricevere il contributo può essere inviata per tutto il mese di ottobre e di novembre 2012; per ogni progetto presentato, il contributo è di 80mila euro. I progetti dovranno essere relativi a un unico punto a scelta del PO, che alleghiamo al presente articolo.
Alleghiamo altresì lo schema di domanda e la guida alla compilazione della domanda stessa, predisposti dal Ministero.

Ricordiamo che attualmente è presidente del Comitato per le Pari Opportunità la Ministra del Lavoro Elsa Fornero (la vice presidente è la dott.ssa Santina Giorgio) e che compongono il comitato stesso le seguenti realtà nazionali:

  • le Confederazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro;
  • il Movimento cooperativo;
  • le Associazioni ed i Movimenti femminili;
  • esperti in materia di  lavoro;
  • il Consigliere nazionale di parità;
  • funzionari del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali;
  • funzionari dei Ministeri dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca, della Giustizia, degli Affari esteri, dello Sviluppo economico, della Funzione pubblica, dei dipartimenti Pari opportunità e Politiche per la famiglia della Presidenza del consiglio dei ministri.

Il comitato, ricostituito il 29 ottobre 2010, oltre a decidere di anno in anno quali azioni positive finanziare tramite il PO per l’occupazione femminile, svolge i seguenti compiti:

  • proporre, informare, promuovere le azioni positive
  • dare pareri sui progetti da finanziare, elaborare codici di comportamento
  • verificare l’applicazione delle leggi in materia di parità
  • promuovere una adeguata rappresentanza di donne negli organismi pubblici competenti in materia di lavoro e formazione professionale
  • proporre soluzioni alle controversie collettive di lavoro
  • richiedere agli ispettorati informazioni presso i luoghi di lavoro

 

Allegati

pdf decreto-interministeriale-15marzo2001.pdf
pdf domanda-rimborso2012.pdf
pdf guida-alla-compilazione.pdf
pdf Modello-domanda.pdf
pdf Programma-obiettivo-2012.pdf

Condividi