Ripristino habitat naturale. Incentivi FVG

Incentivi FVG natura

Ripristino habitat naturale. Incentivi FVG

Per salvaguardare l’ambiente, ripristinando l’habitat naturale, sono a disposizione i cofinanziamenti statali ed europei di cui si potranno avvantaggiare direttamente le aziende agricole del Friuli Venezia Giulia e indirettamente l’intera collettività

Una tutela del patrimonio ambientale e un supporto alle imprese che potranno investire non nella produttività ma nella trasformazione del terreno agricolo in terreno naturale. Le aziende agricole potranno presentare le domande fino al 12 novembre per avere i finanziamenti per la realizzazione di siepi, radure, stagni, macchie, ecc..

Le risorse a disposizione sono pari a 834mila euro, di cui 500mila provenienti dall’Unione Europea e 334mila dallo Stato. Si tratta della misura 216 del PSR (Programma di Sviluppo Rurale) “Salvaguardia dell’habitat”, che prevede la conservazione e/o il ripristino degli ambienti sia naturali sia seminaturali di flora e fauna selvatiche, in base alla direttiva europea n. 43/1992 secondo la quale occorre che il bilanciamento tra sistema agricolo e naturale sia mantenuto. Oltre al mantenimento di questo equilibrio, la direttiva impone che si tutelino la biodiversità, la qualità delle acque e quella del suolo per ridurne l’erosione ma anche per assicurarne la fertilità nel tempo. Inoltre, le varie aziende agricolo devono garantire che il suolo venga usato in un modo che aumenti la capacità di fissare l’anidride carbonica (CO2), affinché si attenuino i cambiamenti climatici e si limiti l’inquinamento.

Per aiutare le imprese agricole ad attuare questi interventi, utili a tutti, vengono concessi gli aiuti suddetti a quelle aziende che convertono i terreni agricoli in habitat naturali o seminaturali nel seguente modo: costituendo siepi – anche alberate; costituendo piccole superfici alberate (boschetti); realizzando stagni e laghetti di acqua dolce (esclusivamente nelle province di Gorizia e di Trieste); creando sistemi macchia-radura.
Per quanto riguarda i luoghi in cui possono essere realizzati gli interventi richiesti, ci sono delle priorità elencate nel bando pubblicato nel BUR del Friuli Venezia Giulia (pag. 104) che alleghiamo all’articolo, dal quale si possono ricavare tutte le informazioni per presentare la domanda di aiuto. Dall’avviso pubblicato su questo BUR sembra che la scadenza per presentare le domande sia già trascorsa, ma in realtà, con un avviso successivo (pubblicato sul BUR n. 35 dello scorso 12 settembre), i termini per la presentazione delle domande sono stati riaperti e pertanto la scadenza è stata posticipata al  23 novembre.

 

Le aziende agricole interessate che volessero altre informazioni al riguardo possono contattare il Servizio Caccia, risorse ittiche e biodiversità al numero telefonico 0432.555236 al quale risponderà il sig. Gabriele Iacolettig (e-mail gabriele.iacolettig@regione.fvg.it).

Allegati

pdf BUR-FVG-PSR-Habitat-naturale.pdf