Premio Impresa 2012: il premio europeo per la promozione d’impresa

Premio Impresa 2012: il premio europeo per la promozione d’impresa

 

Diretto agli enti pubblici e ai partenariati pubblico-privato che hanno supportato la nascita e lo sviluppo di imprese innovative a livello nazionale, regionale e locale. Quest’anno, sesta edizione del premio, ha vinto anche l’Italia (Comune di Torino) e segnaliamo il progetto di Cipro: la Banca cooperativa delle donne

La cerimonia di premiazione si è tenuta il 15 novembre a Cipro, durante l’Assemblea europea delle PMI (Piccole e Medie Imprese). Il Gran Premio della Giuria è stato vinto dal Regno Unito (Gran Bretagna) per il progetto Outset, unico nel suo genere in quanto ha sostenuto le start up dei gruppi sociali più vulnerabili, entrati nel mondo del lavoro grazie all’imprenditoria e all’autonomia professionale.

Hanno vinto uno degli European Enterprise Promotion Awards (premi europei per la promozione d’impresa) anche le seguenti nazioni: Cipro, Italia, Portogallo, Svezia e Turchia in quanto promotrici di “imprenditorialità attraverso soluzioni nuove e innovative a livello locale”.
La cerimonia di assegnazione dei premi è stata organizzata congiuntamente dalla Commissione Europea, dalla Presidenza cipriota dell’UE e dal Comitato delle Regioni.

Alle selezioni nazionali di quest’anno hanno preso parte 402 progetti, 57 dei quali sono stati ammessi alla fase europea del concorso. Sono stati sottoposti progetti provenienti da tutti e 27 gli Stati membri dell’UE, da un Paese in via di adesione (la Croazia) e da 2 Paesi (Serbia e Turchia) associati al Programma quadro per la competitività e l’innovazione (CIP).

La giuria internazionale (vedi riquadro con la composizione) ha assegnato sei premi. Eccoli:

1)    Gran premio della giuria

Sviluppo economico e organizzazione di sostegno alle imprese. Promozione e rafforzamento della volontà di fare impresa fra gruppi difficili da raggiungere (Regno Unito): Outset punta a cambiare il diffuso pregiudizio quanto alla capacità delle persone che fanno parte dei gruppi sociali più vulnerabili di avviare una piccola impresa. Dalla sua istituzione, il programma Outset ha coinvolto più di 6mila persone, 673 delle quali hanno avviato un’impresa, creando complessivamente 890 posti di lavoro.

 

2)    Promozione dello spirito imprenditoriale

Promozione dell’imprenditorialità femminile attraverso la facilitazione dell’accesso ai finanziamenti (Cipro): La Banca cooperativa delle donne, costituita da imprenditrici, permette di accedere con relativa facilità ai finanziamenti. Dall’avvio del progetto, la quota di imprenditoria femminile a Cipro è passata dal 12% del 2001 al 28% di oggi.

3)    Investimento nelle competenze

Promozione del trasferimento delle conoscenze e della visualizzazione digitale (Svezia): Campus i12 Visualisation Park, che offre una serie di corsi professionali, è stato creato per promuovere un cluster che si occupa di visualizzazione digitale ed imprenditorialità nella cittadina di guarnigione di Eksjö. Dal luglio del 2009, quando è stato fondato, il numero delle imprese che vi partecipano è più che raddoppiato (adesso sono oltre cento) e – fatto ancora più importante – gli studenti sono ora più inclini ad essere loro stessi imprenditori.

4)    Sviluppo dell’ambiente imprenditoriale

Risposta alle difficoltà incontrate dalle PMI nelle aree urbane (Italia): FaciliTO è un modello adottato dal Comune di Torino per far fronte alle difficoltà incontrate dalle piccole imprese nelle aree urbane in difficoltà attraverso l’accesso a consulenze o finanziamenti. FaciliTO ha coinvolto oltre 200 imprese, 93 delle quali hanno ricevuto un sostegno finanziario.

5)    Sostegno all’internazionalizzazione delle imprese

Collaborazione per favorire l’esportazione dei vini del Douro (Portogallo): Avvicinatisi per scambiare informazioni e sostenersi a vicenda nel costante miglioramento della qualità dei vini che producono, cinque piccoli produttori di vino della regione del Douro hanno collaborato alla messa a punto di un marchio e all’internazionalizzazione dei vini del Douro, ottenendo un aumento del 134% delle esportazioni del prodotto.

6)    Imprenditorialità responsabile e inclusiva

Sostegno ai disabili sul luogo di lavoro (Turchia): Disabled at work, un progetto congiunto turco-olandese, si propone di sostenere l’integrazione dei disabili fisici sul mercato del lavoro. Il progetto offre formazione e un servizio che abbina i disabili a tutor per prepararli a entrare nel mondo del lavoro. 194 persone hanno partecipato a corsi di formazione e 65 hanno trovato un impiego.

 

Menzioni speciali della giuria ai progetti innovativi

La giuria ha deciso di insignire di una menzione speciale tre progetti innovativi, provenienti rispettivamente da: Paesi Bassi, Estonia e Lituania. Segnaliamo l’idea innovativa ed originale dei Paesi Bassi, quella di promuovere lo spirito imprenditoriale fin dall’infanzia.

Ecco le tre menzioni:

–    Coltivare lo spirito imprenditoriale nei bambini (Paesi Bassi): Oltre 500 bambini di un quartiere di Groningen, di età compresa tra i 10 e i 12 anni, hanno partecipato al progetto della De Torteltuinen B.V. di realizzazione di un orto. Oltre a imparare a coltivare e far crescere i propri prodotti, hanno potuto così esercitare le loro capacità imprenditoriali.
–    e-Annual Report (Estonia): Il servizio e-annual Report consente agli imprenditori in Estonia di presentare le relazioni annuali di bilancio attraverso un meccanismo di rendicontazione online messo a disposizione dal Registro commerciale centrale delle imprese. Il progetto ha consentito risparmi per oltre 4,5 milioni di euro.
–    Sviluppo di un approccio unificato alla responsabilità sociale delle imprese (Lituania): Il progetto GATES è stato varato in Lituania dal Programma ONU per lo sviluppo al fine di creare una rete unica di approccio alla responsabilità sociale delle imprese. Grazie ad esso hanno beneficiato di formazione e assistenza oltre 500 PMI. Ad oggi il progetto ha coinvolto oltre 2.500 persone, provenienti da più di 500 PMI della Lituania.

Per saperne di più sugli European Enterprise Promotion Awards, alleghiamo all’articolo una brochure informativa in italiano. Essi sono stati istituiti nel 2006 per premiare “le soluzioni innovative e di successo volte a promuovere l’imprenditorialità nell’UE e nei Paesi associati al Programma per la competitività e l’innovazione (CIP)”.
Questi premi rappresentano un riconoscimento dell’eccellenza nella promozione dell’imprenditorialità e delle piccole imprese a livello nazionale, regionale e locale. Finora sono stati più di 2mila i progetti varati nell’ambito del concorso che hanno contribuito a sostenere la nascita di oltre 10mila nuove imprese.

Riguardo a questa sesta edizione del premio, Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione Europea e Commissario responsabile per l’industria e l’imprenditoria, ha dichiarato: “la qualità dei progetti presentati quest’anno conferma che questo è proprio il momento più opportuno per promuovere l’imprenditoria in Europa. L’imprenditorialità può costituire veramente un elemento di trasformazione per gli individui e per le comunità. È importante riconoscere il valore di organizzazioni come il progetto Outset, che contribuisce a realizzare una piattaforma per la nascita di nuove aziende. Nell’attuale contesto economico abbiamo bisogno di più iniziative di tale tipo. Sto preparando pertanto un piano d’azione per l’imprenditorialità nell’ambito del quale saranno proposti provvedimenti concreti per incoraggiare un maggior numero di cittadini europei a mettersi in proprio”.

pdf european-enterprise-promotion-awards.pdf