Startup Imprese: Premio Gaetano Marzotto

Matteo Marzotto_Presidente Associazione Progetto Marzotto, Premiazione Ambiente che vorrei

Premio Gaetano Marzotto

La premiazione dei migliori progetti italiani di Start Up

Un concorso nazionale che mette in palio complessivamente 450mila euro diretto ai migliori progetti di nuove imprese sociali e culturali, alla migliore “impresa del futuro” e offre percorsi di realizzazione “dall’Idea all’Impresa” a tre di essi.

Sono stati presentati circa 600 progetti e fra questi ne verranno selezionati solo cinque dalla giuria composta da Federico Marchetti, Gaetano Marzotto, Mario Moretti Polegato, Alessandro Profumo, Renzo Rosso e Roberto Siagri per il Premio Impresa del Futuro (da 250mila euro); da Emil Abirascid, Ilaria Capua, Luca De Biase, Mario Del Co, Stefano Gallucci e Maurizio Sobrero per il Premio Nuova Impresa Sociale e Culturale (da 100mila euro).

La premiazione avverrà sabato 17 novembre alle ore 21,00 presso la Fondazione Teatro Comunale di Vicenza con la partecipazione di Matteo Marzotto, neo eletto presidente dell’associazione Progetto Marzotto promotrice del concorso voluto nel 2010 da Giannino Marzotto (recentemente scomparso) e oggi alla seconda edizione.

Il concorso è volto alla creazione di una piattaforma dell’innovazione in Italia che sia fondata su valori etici e dove vengano coniugate capacità imprenditoriale e visione sociale seguendo l’esempio di quanto ideò nel secolo scorso il senatore Gaetano Marzotto cui è intitolato appunto il premio.
Rispetto alla prima edizione, del 2011, le adesioni al concorso sono raddoppiate dimostrando che l’interesse da parte delle imprenditrici e degli imprenditori ad una visione etica della propria professione è sempre più alto.

Giannino Marzotto e Annalisa Balloi, Vincitrice Premio Gaetano Marzotto 2011
Giannino Marzotto e Annalisa Balloi,Vincitrice Premio Gaetano Marzotto 2011

Premio Impresa del Futuro

Lo vincerà il miglior progetto imprenditoriale con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali, culturali, territoriali o ambientali.
La giuria assegnerà i 250mila euro a uno dei seguenti progetti finalisti:
D-Orbit, presentato da Luca Rossettini di D-Orbit srl, con sede a Milano;
FoodScan, presentato da Fabio Giavazzi e Matteo Salina di ProXentia srl, Milano;
MilkyWay, presentato da Jacopo Vigna di MilkyWay srl, Modena;
Tensive, presentato da Federico Martello di Tensive srl;
SOLWA, presentato da Paolo e Davide Franceschetti di SOLWA srl, Padova.

Si tratta di progetti legati a settori di intervento preferibilmente rivolti al Made in Italy quali moda e tessile, agroalimentare, turismo, farmaceutico, meccanica, casa, arredamento e ambiente.

Premio per una nuova impresa sociale e culturale

Lo vincerà il miglior progetto con capacità di generare significative ricadute positivi negli ambiti sociali e culturali.
La giuria assegnerà i 100mila euro di premio a uno dei seguenti progetti finalisti:
BikeDistrict, presentato da Marco Quaggiotto e Davide Bloise di BikeDistrict snc, Milano;
Braille Cartridge, presentato da Claudio Loconsole e Daniele Leonardis, Pisa;
Brain Control, presentato da Pasquale Fedele di Liquidweb srl, Siena;
MovieReading, presentato da Carlo Cafarella di Universal Multimedia Access srl, Milano;
Rete Sociale Tributi, presentato da Federica Recagni di Rete Sociale Tributi Impresa Sociale S.C.S. ONLUS, Brescia.

In questo caso i progetti finalisti sono legati a settori di intervento preferibilmente rivolti al terzo settore e ai servizi culturali, sociali, alla persona, all’ambiente.

Premio dall’Idea all’Impresa

Questo particolare premio, riservato ai giovani di età massima 35 anni che hanno ideato le imprese più innovative, consiste in un periodo di residenza all’interno degli stessi incubatori, con programmi seed dedicati, percorsi di formazione, tutoring e mentoring per trasformare tali idee in impresa. Il valore complessivo del premio è stato quantificato in 100mila euro. I tre vincitori verranno dichiarati direttamente durante la premiazione.

Hanno partecipato al Premio imprenditrici e imprenditori provenienti da tutta Italia: in prima linea la Regione Lombardia con 151 progetti, poi il Veneto con 104, l’Emilia Romagna e la Puglia entrambe con 69 progetti, il Lazio con 63 e il Piemonte con 36.

Valutando le idee proposte si è reso evidente come per quanto riguarda il premio Impresa del Futuro la maggior parte di esse rientra nel settore web-digitale-new media; a seguire in quello ambientale, della moda e del tessile e del turismo. Per quanto riguarda invece il Premio per una nuova Impresa Sociale e Culturale, la maggior parte sono progetti rivolti all’ambito dei servizi sociali e della persona; a seguire, dei servizi culturali e del webdigitale-new media. Per quanto concerne infine il Premio dall’Idea all’Impresa, la maggior pare dei progetti rientra nel settore web-digitale-new
media; a seguire, del turismo, dell’informatica e dei servizi culturali.

Si ricorda che il Progetto Marzotto (vedi nostro articolo a questo link) è nato per creare, attraverso una serie di azioni diversificate, un nuovo tessuto sociale e che il Premio ne è un’appendice, ideata con l’obiettivo di “individuare e promuovere lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali, in grado di rispondere a criteri di sostenibilità economico-finanziaria e generare al tempo stesso benefici concreti per il territorio italiano, in primis occupazionali, rivolgendosi alle realtà più ‘giovani’ e vivaci del nostro Paese”.
Lo scorso anno esso è stato vinto dai progetti Micro4You, microrganismi per il restauro di superfici lapidee d’interesse artistico; TICE per crescere e imparare interconnessi e Vinswer, piattaforma online che permette di monetizzare le proprie competenze.

 

Condividi