Servizi alle imprese, il catalogo è questo

Catalogo servizi alle imprese aggiornato

Servizi alle imprese, il catalogo è questo

La Giunta della Regione Toscana approva la nuova edizione del “Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le PMI dell’industria, dell’artigianato e dei servizi”

Più di 40 servizi rivolti alle piccole e medie imprese della Toscana: da quelli di base fino alle attività specializzate e per l’internazionalizzazione, oltre a tutti gli interventi per i quali si può richiedere un cofinanziamento da parte dell’amministrazione regionale.

È il contenuto del nuovo “Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le PMI dell’industria, dell’artigianato e dei servizi”, approvato di recente dalla Regione Toscana e appena presentato in un convegno al PalaCongressi di Firenze. Una raccolta di schede che in modo sintetico orientano imprenditrici e imprenditori verso tutti i progetti legati a innovazione, organizzazione ed efficienza: oltre ai criteri per accedere ad un  certo servizio e finanziamento, anche il riferimento dell’ente o dell’ufficio da contattare, per fare in modo che le procedure di richiesta contributi o che la partecipazione a progetti specifici diventino sempre più semplici, rapide e chiare.

Nell’ambito di ciascuna area tematica e tipologia di progetto il catalogo indica i requisiti minimi dei fornitori di servizi nonché la spesa minima ammissibile in relazione alla dimensione dell’impresa: 7.500 euro per le microimprese, 12.500 per le piccole imprese, 20mila per medie imprese e consorzi, 35mila per associazioni temporanee d’imprese.

“Dal 2008 a oggi, con 40 milioni abbiamo attivato circa 90 milioni di interventi da parte delle  imprese del territorio legati a servizi specifici” ha detto l’Assessore regionale al Lavoro Gianfranco Simoncini, presentando il catalogo. “Dal sostegno per avere personale qualificato nell’azienda in un periodo o per un progetto particolare, per esempio per la predisposizione di un piano marketing o di un piano industriale, fino alle attività per l’internazionalizzazione. Nel nuovo catalogo di servizi abbiamo messo insieme e razionalizzato tutte le tipologie di intervento finanziabili e da marzo 2013 saranno pubblicati i primi due bandi per accedere a questi servizi attraverso nuovi finanziamenti regionali”. Oltre 1700 le domande finanziate dal 2008 in avanti: nel 62% dei casi si tratta di imprese del manifatturiero, seguite da quelle di informatica, ricerca, servizi e costruzioni. Particolarmente richiesti i servizi di primo livello, d’innovazione tecnologica e d’innovazione commerciale e gestionale.
Com’è cambiato lo scenario imprenditoriale e la “fame” di servizi delle aziende toscane lo vedremo con i bandi che saranno pubblicati nei primi mesi del 2013.

Agnese Fedeli

Allegati

pdf Decreto 5576_30-11-2012_allegato.pdf

Condividi