Agriturismi in Liguria

alta via monti liguri

Agriturismi in Liguria

Dal primo gennaio di quest’anno, per aiutare il settore a crescere ulteriormente, la Regione Liguria ha emanato nuove norme sulla semplificazione. Attualmente sono 522 gli agriturismi sul territorio ligure

Alle nuove imprenditrici e imprenditori agricoli che vogliono approfittare dell’opportunità, aprendo un agriturismo, basterà presentare la sola Scia (Segnalazione certificata di inizio attività). Inoltre, aumenteranno gli spazi destinati all’ospitalità all’aria aperta (campeggio in fattoria, agricampeggio).

Per promuovere i propri agriturismi c’è anche un’altra opportunità: quella di partecipare alla Fiera di Milano – Parco Esposizioni Novegro (agriturismoinferia.it) in programma sabato 19 e domenica 20 gennaio 2013 dal titolo “Agriturismo in Fiera”. Ad organizzarla è stata proprio la Regione Liguria, in collaborazione con Unioncamere Liguria e Coldiretti, Confagrioltura e CIA, le tre organizzazioni professionali del settore.

All’interno della Fiera potrà esporre chiunque abbia attività di questo tipo:

  • agriturismo di collina
  • agriturismo rurale
  • agriturismo di montagna
  • agriturismo di mare
  • turismo equestre
  • turismo per i bambini da 0 a 3 anni
  • amici degli animali
  • fattorie didattiche
  • relax e benessere
  • dimore storiche
  • eno-gastronomico
  • eco-biologico

Agriturismoinfiera

Per quanto concerne la nuova normativa appena entrata in vigore, tra le semplificazioni ricordiamo che è stati cancellati gli obblighi di iscrizione nell’elenco degli operatori agrituristici degli ispettorati agrari e della consegna di una relazione dell’attività agricola praticata. Pertanto, con la presentazione della Scia presso il SUAP (sportello unico per le attività produttive) del territorio di appartenenza, può iniziare subito l’attività agrituristica. In caso di problemi riscontrati dalla Pubblica Amministrazione, quest’ultima ha 60 giorni di tempo per sospendere – con adeguate motivazioni – l’attività agrituristica iniziata.

Un’altra novità, rispetto al precedente regolamento regionale sugli agriturismi, riguarda l’aumento del numero di piazzole da riservare all’ospitalità all’aria aperta (con tende, camper e caravan), all’agricampeggio, al campeggio in fattoria. Ogni struttura potrà ora disporre fino a 12 piazzole, 14 nelle zone a prevalente interesse agrituristico.

Le nuove norme comprendono anche nuove disposizioni igienico-sanitarie  per la somministrazione degli alimenti.

L’assessore all’Agricoltura della Regione Liguria, Giovanni Barbagallo, ha dichiarato che la crescita dell’agriturismo in Liguria è un fenomeno destinato a durare essendo “un segmento importante dell’offerta turistica regionale che avvicina le città agli ambienti rurali e che garantisce  agli agricoltori un reddito che ha importanti ricadute sulla salvaguardia del territorio e dell’ambiente”.
Dei 522 agriturismi liguri esistenti al dicembre 2012, 149 sono in provincia di Imperia, 131 nel Savonese, 118 in provincia di Genova e 124 nello Spezzino.

Condividi