Il futuro dell’agricoltura biologica

Agricoltura Bio

Il futuro dell’agricoltura biologica

Dal 15 gennaio fino al 15 aprile 2013 i cittadini sono chiamati ad esprimersi sulle questioni che ritengono più rilevanti rispetto all’agricoltura biologica. La consultazione pubblica online è stata aperta dalla Commissione Europea

Le norme sulla produzione biologica contemplano l’intero percorso dalla terra alla tavola; ora, dopo aver consultato gli operatori del settore, la Commissione attende l’esito di questa consultazione popolare prima di predisporre il nuovo regolamento quadro.

I cittadini potranno esprimersi sulle questioni relative al controllo e al commercio internazionale e sulla semplificazione dell’attuale sistema che deve essere fatta conservandone gli elevati standard. È proprio grazie a questi standard che le aziende del settore possono apporre sulla confezione la dicitura “prodotto biologico” e il logo europeo della foglia verde, a garanzia dei consumatori.

Al termine della consultazione pubblica, effettuata tramite questionario on line: la Commissione Europea elaborerà un nuovo quadro giuridico per l’agricoltura biologica in Europa. Tale nuova normativa verrà proposta a fine anno.

Il Commissario europeo per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale, Dacian Ciolos, ha dichiarato: “la gestione delle risorse e la produzione agricola sostenibile hanno una rilevanza politica sempre maggiore e i consumatori sono molto attenti a come vengono prodotti gli alimenti che acquistano. È il momento giusto per sottolineare l’impegno dell’Unione europea a garantire che la produzione biologica avvenga nel rispetto degli standard più elevati e, se necessario, per rivedere le norme esistenti in modo da creare le condizioni più favorevoli allo sviluppo della produzione biologica in Europa. Con questa consultazione pubblica i cittadini europei hanno la straordinaria opportunità di partecipare alla definizione dell’agricoltura biologica del futuro in Europa”.

 

Condividi