Liguria: accordo tra regione e fondartigianato

Artigianato, finanziamenti regionali

Liguria: accordo tra regione e fondartigianato

Per aiutare le imprese artigiane a restare sul mercato, la Regione ha messo a disposizione 500mila euro per la formazione di imprenditori e lavoratori del settore

Si tratta di finanziamenti che la Regione eroga allo scopo di garantire competenze più solide alle imprese e sostenere così la crescita occupazionale. L’accordo è stato firmato dalle organizzazioni sindacali e dalle associazioni di categoria CNA e Confartigianato. Gli interventi di formazione verranno riservati alle imprese aderenti a Fondartigianato.

Potranno usufruire dei corsi formativi lavoratrici e lavoratori sia con contratto di lavoro dipendente che con altre forme contrattuali, apprendistato compreso. E potranno usufruire dei corsi anche imprenditrici ed imprenditori. Il bando verrà emanato nei prossimi mesi, entro l’estate 2013.

L’accordo è stato presentato dall’assessore regionale alla formazione e al bilancio, Pippo Rossetti, dalla vicepresidente di Fondartigianato, Giovanna Altieri e dalle organizzazioni sindacali e associazioni di categoria, CNA Liguria e Confartigianato. Durante la presentazione, l’assessore Rossetti ha spiegato che “in un momento così difficile per la nostra economia con questo quarto accordo siglato con un fondo interprofessionale confermiamo la volontà della Regione Liguria di dare un contributo concreto a sostegno del mercato del lavoro, per qualificare e riqualificare le nostre imprese, attivando percorsi virtuosi di miglioramento delle competenze tra i dipendenti”.

artiginato artistico

Il segretario di Confartigianato, Luca Costi, ha aggiungo: “l’accordo tocca un punto importante: la formazione per dipendenti e imprenditori in grado di aiutare le micro e piccole imprese a superare un momento così difficile. Purtroppo nella nostra regione l’artigianato ha attraversato, nel 2012, una pesante crisi con 200 imprese artigiane in meno rispetto all’anno precedente. Iniziative come questa non possono che aiutare le aziende a rimanere in vita”.

Infatti, delle 47.192 le imprese artigiane liguri (dati 2012) – che hanno una media di tre addetti a impresa – 3.761 sono state le imprese nuove e 3.960 le imprese cessate, con un saldo negativo di 200 unità. Si tratta di un trend in calo che contraddice il saldo positivo che si era registrato dal 2007 al 2011 di 1.700 unità e denuncia una forte crisi del settore. Le imprese aderenti a Fondartigianato che beneficeranno dei fondi messi a disposizione dalla Regione Liguria per l’aggiornamento professionale, ammontano a 2.637 e impiegano 7.742 lavoratori.

 

Condividi