Toscana: bando per la mobilità

Mobilita Viaggatori

Toscana: bando per la mobilità

Fino al 2 aprile 2013 imprese di ogni settore, anche associate, nonché enti bilaterali, agenzie formative accreditate, centri servizi e Onlus (organizzazioni senza scopo di lucro) possono presentare domanda

Sono 800mila gli euro messi a disposizione per la mobilità internazionale di studenti, lavoratori e imprenditori. Si possono presentare progetti di mobilità internazionale che coinvolgano disoccupati, imprenditori, apprendisti e studenti.

Le risorse che verranno utilizzate saranno quelle del POR FSE, il Programma Operativo Regionale del Fondo Sociale Europeo (POR CRO FSE RT 2007-2013 ASSE V “Transnazionalità e Interregionalità”) mediante le quali verranno così finanziati i progetti che permetteranno alle imprenditrici e agli imprenditori, ma anche a chi è disoccupato, a chi è studente o a chi è apprendista di accrescere le proprie competenze e opportunità di lavoro misurandosi con i mercati esteri.

I progetti che si possono presentare partecipando al bando che alleghiamo all’articolo si possono distinguere a seconda di chi è coinvolto (studenti, inoccupati, disoccupati, lavoratori, imprenditori e amministratori di azienda) nella mobilità transnazionale.
In particolare, i progetti destinati a lavoratori disoccupati, studenti e apprendisti possono prevedere stage formativi, esperienze di lavoro in azienda, iniziative per l’acquisizione di competenze, l’inserimento lavorativo e il trasferimento tecnologico.
Quelli destinati agli imprenditori o agli amministratori di aziende possono prevedere azioni per favorire l’acquisizione di competenze e il trasferimento tecnologico.

Le attività di mobilità possono avere una durata che va da un minimo di 1 mese fino a 6 mesi, per 30 ore settimanali e concludersi entro 12 mesi dall’avvio. Per gli imprenditori le attività possono avere una durata che va da 5 giorni a 2 settimane.

La domanda deve essere presentata, entro il 2 aprile (fa fede il timbro postale), per raccomandata  al seguente indirizzo:  Direzione Generale Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo delle Competenze  –  Settore Formazione e Orientamento Via G. Pico della Mirandola, 24, 50132 – Firenze. Sul plico dovrà essere riportata la dicitura “POR CRO FSE Asse V Transnazionalità-
Interregionalità – Avviso di chiamata progetti di mobilità transnazionale”.
Alleghiamo all’articolo lo schema di domanda, per la modulistica da allegare rinviamo al sito della Regione (regione.toscana.it)

Possono partecipare al bando:

  • – Imprese iscritte al registro imprese, di qualunque settore di attività economica;
  • – Agenzie formative accreditate;
  • – Centri servizi alle imprese con sede legale o operativa in Toscana (con il coinvolgimento di almeno n. 4 imprese);
  • – ONLUS;
  • – Enti bilaterali.

L’assessore alle attività produttive, formazione e lavoro, Gianfranco Simoncini, ha sottolineato come da tempo la Regione investa sulla mobilità “per offrire un’opportunità di crescita professionale e personale, un modo per rendere più competitivo il capitale umano della nostra regione, migliorare l’incrocio fra domanda e offerta di lavoro, allineare il mercato alle sfide internazionali. Si tratta di uno strumento particolarmente importante in una fase di crisi come l’attuale, una fase da cui sarà possibile uscire solo attraverso un processo di innovazione e apertura alle esperienze portate avanti a livello internazionale”.