In Toscana sarà pubblicato un bando per sostenere la nautica minore

porto

In Toscana sarà pubblicato un bando per sostenere la nautica minore

Per riqualificare la nautica da diporto e migliorare la funzionalità dei piccoli porti, sta per essere pubblicato un bando da 1 milione di euro. Verrà pubblicato dopo l’approvazione del PRIIM (Piano Regionale Integrato delle Infrastrutture e della Mobilità)

Non esiste solo la grande nautica (navi da crociera, yacht, ecc.) ma anche quella fatta di tantissime imbarcazioni di dimensioni piccole ma anche medie, che si trovano ormeggiate nei piccoli porti. È a queste che si rivolge l’intento di riqualificazione della Regione Toscana.

A spiegarlo è l’assessore alle infrastrutture Luca Ceccobao che ricorda: “in Toscana la nautica è un fiore all’occhiello, un settore importante per l’economia e per il turismo, che deve essere valorizzato e che per esprimersi al meglio ha bisogno di strutture adeguate. La Regione ha investito e sta investendo in questo ambito, per riqualificare e potenziare sempre più le infrastrutture portuali ed a sostegno del settore. Accanto alla grande nautica degli yacht c’è anche una nautica cosiddetta minore, fatta di tantissime imbarcazioni di piccole  medie dimensioni, ormeggiate in piccoli porti, che hanno bisogno a loro volta di riqualificarsi e potenziare la loro capacità di accoglienza. Per questi porti, per sostenere i loro investimenti, stiamo predisponendo un apposito bando che sarà al più presto pubblicato”.

Negli ultimi anni la Regione ha destinato importanti risorse per lo sviluppo ed il potenziamento del proprio sistema portuale; ad esempio si è investito per migliorare la funzionalità del Porto di Livorno, per migliorare l’accesso a quello di Piombino e per riqualificare e potenziare quelli commerciali di interesse regionale, come: Viareggio, Porto Santo Stefano, Isola del Giglio e Marina di Campo.

Come ritengono alla Regione, “lo sviluppo dei porti è ritenuto strategico per creare nuove opportunità di lavoro, per rilanciare il turismo e dare slancio alla nautica ed al suo indotto”.
Per sostenere il comparto, la Regione di recente ha stanziato oltre 7 milioni di euro destinati ai quattro porti gestiti dalla nuova Autorità portuale regionale: 6,2 milioni sono stati destinati a nuovi investimenti per migliorare le infrastrutture portuali e 960mila euro sono stati destinati alla copertura delle spese correnti di gestione e manutenzione.
Si ricorda che la nuova Autorità portuale è nata proprio con l’intento di “rendere più rapide ed efficaci le azioni per la riqualificazione e di potenziamento delle infrastrutture portuali”. Essa si occuperà di tutti gli aspetti relativi alla programmazione, esecuzione e gestione delle opere e delle attività dei porti di Viareggio, di Porto Santo Stefano, del Giglio e di Marina di Campo.

Condividi