Premio Gaetano Marzotto per le Start Up

Gaetano Marzotto

Premio Gaetano Marzotto per le Start Up

Rivolto ai futuri neo imprenditori, il Premio a favore dei nuovi talenti quest’anno raddoppia il montepremi e diviene il primo tra i concorsi nazionali dedicati all’innovazione

I  giovani con una buona idea di impresa innovativa e sociale potranno concorrere alla terza edizione del Premio fino al 30 giugno 2013 per aggiudicarsi i 250mila euro del Premio Impresa del Futuro e i 100mila euro del Premio per una Nuova Impresa Sociale e Culturale o uno degli altri premi.

Il terzo premio in palio consiste in 10 percorsi seed, di incubazione e tutoring da parte dei maggiori incubatori italiani (Boox, Fondazione Filarete, H-Farm, I3P, Luiss, EnLabs, M31, Seedlab, Talent Garden Padova, The HUB, Vega), mentre il quarto premio – un premio speciale introdotto quest’anno dal titolo “Unicredit – Talento delle idee” – si rivolge ad almeno 3 delle Start Up vincitrici dei primi tre riconoscimenti e consiste in un percorso che permetterà alla Start Up di diventare un’impresa di successo.

Il Premio si rivolge a tutti coloro – singoli soggetti, team, imprese – che hanno una nuova idea imprenditoriale, in grado di generare una ricaduta economica e un impatto sociale positivo principalmente sul territorio italiano, con sede e base di sviluppo in Italia, ma capacità di crescita internazionale.
Le idee proposte devono essere originali, innovative e attuabili, finanziariamente sostenibili o profittevoli.

Premio marzotto

 

Premio Impresa del Futuro

250mila euro al miglior progetto imprenditoriale con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali, culturali, territoriali o ambientali.

I settori di intervento preferibili sono quelli di riferimento per il Made in Italy, ovvero: moda e tessile, agroalimentare, turismo, farmaceutico, meccanica, casa e arredamento, ambiente.
Al vincitore sarà anche assegnato un percorso di affiancamento della Fondazione CUOA.
La giuria è composta da Riccardo Illy, Federico Marchetti, Gaetano Marzotto, Mario Moretti Polegato, Alessandro Profumo, Patrizia Sandretto Re Reabudengo.

Premio per una nuova Impresa Sociale e Culturale

100mila euro andranno al miglior progetto imprenditoriale con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali e culturali.
I settori di intervento preferibili qui sono quelli del terzo settore e dei servizi culturali, sociali, alla persona, all’ambiente.
Anche in questo caso al vincitore sarà assegnato un percorso di affiancamento della Fondazione CUOA.
La giuria di questo premio sarà composta da: Emil Abirascid, Ilaria Capua, Luca De Biase, Mario Del Co, Stefano Gallucci e Maurizio Sobrero.

Premio dall’idea all’impresa

Questo premio, di un valore totale di 300mila euro, andrà assegnato alle dieci idee – proposte da giovani di massimo 35 anni – di fare impresa più innovative, rispetto alle quali si offre un periodo di residenza all’interno degli incubatori d’impresa Boox, Fondazione Filarete, H-Farm, Incubatore I3P del Politecnico di Torino, LUISS EnLabs, M31, Seedlab, Talent Garden Padova, The HUB, Vega, con programmi seed dedicati, percorsi di formazione, tutoring e mentoring – per trasformare tali idee in impresa, oltre a una giornata di confronto e affiancamento per i 9 team vincitori organizzata dalla Fondazione CUOA. Il Premio pertanto non verrà corrisposto in denaro.

Premio speciale Unicredit – Talento delle Idee

Un premio del valore di 150mila euro che non verrà corrisposto in denaro. Rivolto ad almeno una Startup per ciascuna delle tre categorie premiate (ovvero: Premio Impresa del Futuro, Premio per una Nuova Impresa Sociale e Culturale, Premio dall’Idea all’Impresa), esso prevede l’inserimento in un programma dedicato UniCredit che include: la partecipazione alla Startup Academy, mentorship, l’assegnazione di un Relationship Manager, l’assegnazione di un tutor scelto tra i partner di UniCredit e possibili incontri one-to-one con investitori, partner e clienti. I settori di interesse sono vari e includono: ICT, Digital e Social, Life Science, Nanotech, Moda e Design, Cleantech, Robotica, Agrifood, Turismo, ecc.

L’iter del Premio

Per partecipare, si deve inviare il progetto d’impresa tramite il sito premiogaetanomarzotto.it entro il 30 giugno, data in cui si concluderà la prima fase, di presentazione e raccolta dei progetti.
Il mese successivo avverrà la preselezione dei progetti e se ne individueranno 5 per ognuno dei 3 singoli premi. Ciò avverrà entro il 31 luglio mentre entro il 31 agosto i selezionati verranno invitati a presentare la documentazione aggiuntiva.
Il 12 settembre si terranno i colloqui coi finalisti presso Villa Trissino Marzotto. A novembre, si terrà la cerimonia di Premiazione a Vicenza, presso il Teatro Comunale.

Allo scopo di presentare il premio, ci saranno alcuni appuntamenti pubblici nei prossimi giorni, ed esattamente:
martedì 23 aprile 2013 – a Cagliari, presso la Sala Congressi del Credito Sardo (Cis), in collaborazione con Banca di Credito Sardo, Comune di Cagliari, Provincia di Cagliari e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Cagliari;
mercoledì 8 maggio 2013 – a Roma, presso LUISS EnLabs Incubatore & Acceleratore;
martedì 28 maggio 2013 – ad Altavilla (Vicenza), presso la Fondazione CUOA business school.

La storia del Premio Gaetano Marzotto

Il Premio Gaetano Marzotto, promosso e ideato dall’Associazione Progetto Marzotto, ha durata decennale ed è volto a creare una piattaforma dell’innovazione in Italia fondata sul virtuoso connubio tra capacità imprenditoriale e visione sociale, sull’esempio di quanto fece nella prima metà del Novecento l’industriale Gaetano Marzotto e, successivamente, suo figlio Giannino. Quest’ultimo, recentemente scomparso, indiscusso testimone e autorevole mentore del Progetto, ha voluto seguirne ogni dettaglio in prima persona, con la passione, la lungimiranza e la generosità che lo stesso nipote Matteo Marzotto, eletto Presidente dell’Associazione nell’ottobre 2012, ha dichiarato di volere tenere ad esempio, proseguendo nella missione di una lunga tradizione familiare.
Se Progetto Marzotto nasce per creare, attraverso una serie di azioni diversificate, un nuovo tessuto sociale, il Premio Gaetano Marzotto ne è un’appendice, con l’obiettivo di individuare e promuovere lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali, in grado di rispondere a criteri di sostenibilità economico-finanziaria e generare al tempo stesso benefici concreti per il territorio italiano, in primis occupazionali, rivolgendosi alle realtà più ‘giovani’ e vivaci del nostro Paese.
 
Nel 2012 il Concorso è stato vinto dai progetti SOLWA, prodotto per la desalinizzazione e potabilizzazione dell’acqua basato sull’utilizzo di energie rinnovabili, in grado di rivoluzionare l’attuale settore e decretato dalle Nazioni Unite sistema di “Innovazione per lo sviluppo dell’Umanità”; BRAIN CONTROL, sistema pensato per aiutare i soggetti con disabilità motorie e di comunicazione consentendo il controllo, attraverso il pensiero, di tecnologie assistive; HAPPY GIFT, un semplificatore dei processi decisionali quando si deve fare un regalo di gruppo aiutati dal web; MOVYM, app gratuita per smartphone e tablet che consente agli utenti di raccogliere tempestivamente informazioni sui prodotti visti in televisione all’interno di film e serie TV; MRS, start-up che opera in ambito cleantech e si occupa del recupero di materiali metallici da processi di deposizione di film sottile (Physical Vapour Deposition: PVD).

Si ricorda inoltre che il Premio Premio Gaetano Marzotto è un’iniziativa promossa dall’Associazione Progetto Marzotto, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, e che gode dei Patrocini di:
Presidenza del Consiglio, Ministero dello Sviluppo Economico;

Presidenza del Consiglio, Agenzia per l’Italia Digitale;
CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa;
CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università Italiane;
Unioncamere.

Il Premio è realizzato in collaborazione con Fondazione CUOA, Jacobacci&Partners, Startupbusiness, UniCredit-Talento delle Idee, Vedrò, Boox, Fondazione Filarete, H-Farm, Incubatore I3P del Politecnico di Torino, LUISS EnLabs, M31, Seedlab, Talent Garden Padova, The HUB, Vega e vede il coinvolgimento di advisor quali: 360 Capital Partners, Fondamenta sgr, Gradiente sgr, IBAN Italian Business Angel Network, Innogest sgr e Synergo sgr.

Condividi