ChancExpo 2013

ChancExpo

ChancExpo: le opportunità di lavoro attualmente sul mercato

Si è svolto a Roma dal 10 al 12 maggio il Salone dedicato al Lavoro e al Franching, un’opportunità, quest’ultima, di auto impiego poiché si apre un’attività imprenditoriale a basso rischio grazie al supporto di marchi già affermati. Nell’articolo costi e informazioni su alcuni di essi

Work shop, consulenza gratuita per le start-up, seminari formativi, contatti diretti con le aziende che offrono opportunità di lavoro. Questo in breve il contenuto di una manifestazione che, negli attuali tempi di crisi occupazionale, offre una prospettiva di uscita a chi ne è rimasto vittima.

Durante i tre giorni del Salone, si è parlato di opportunità di lavoro in Italia e in Europa, di nuove politiche occupazionali, di franchising, di apertura di attività in proprio, del ruolo delle PMI nel sistema imprenditoriale italiano, e ancora: di leadership personale, di modalità di gestione dei colloqui di lavoro, di nuovi skill professionali, di opportunità commerciali all’estero, di strategie di vendita. Insomma tutto ciò che si deve sapere per trovare un lavoro, avviare un’attività in proprio, allargare il giro di affari, concludere un accordo commerciale.

La crisi economica e di conseguenza occupazionale va affrontata con strategie adatte al cambiamento dei tempi. Come spiegano gli organizzatori di ChancExpo, la ripresa dipende infatti anche dalla determinazione e dalla capacità di reinterpretare i mutamenti in atto, perché ogni mutamento rappresenta un’opportunità di crescita. Per fare un esempio, grazie al franchising nel corso di quest’anno verranno aperti 1.000 nuovi negozi creando, secondo le stime, 4.000 nuovi posti di lavoro. Chi si affilia a una catena già avviata, infatti, ha il supporto della casa madre in tutti i momenti dell’attività, a partire dalle prime informazioni legali e fiscali, e in questo modo non solo trova lavoro auto-impiegandosi poiché diventa imprenditrice o imprenditore, ma può anche assumere altre persone.

Durante i tre giorni del Salone, a ingresso gratuito, i visitatori hanno avuto a disposizione sportelli di consulenza gratuita per donne, giovani, franchisor in start-up. Agli sportelli si potevano ottenere anche informazioni su come ottenere crediti agevolati e a fondo perduto diretti sempre alle donne e alle altre categorie lavorative deboli e residenti nelle aree italiane depresse.

Forum Agenti

E sempre durante ChancExpo si è tenuta, in anteprima nazionale, la “Fiera Agenti”: un evento nell’evento realizzato in collaborazione con Fnaarc e Forum Agenti. Motivo? Semplice: si tratta della figura professionale che tiene di più sul mercato, la più ricercata dalle aziende (anche dal nostro giornale). Attualmente sono in attività 270.000 agenti su tutto il territorio nazionale: si tratta di professionisti che svolgono un’attività indipendente e autonoma. Ebbene, proprio in questa occasione, oltre 70 aziende italiane ed estere hanno selezionato direttamente gli agenti per le proprie reti, attraverso colloqui che si sono tenuti nel padiglione fieristico, in singole postazioni.

Oltre alla selezione diretta, per gli agenti ci sono stati sportelli di orientamento istituzionale (INPS ed ENASARCO) e desk di consulenza legale, fiscale e internazionale. Informazioni utilissime soprattutto in considerazione del fatto che dal 13 gennaio 2012 è entrato in vigore il decreto legislativo 59/2010 che ha apportato profonde trasformazioni a questa attività professionale, valorizzandola e permettendo a chi la esercita di ottenere fortissime remunerazioni.

Alla realizzazione di ChancExpo ha contribuito la Camera Commercio di Roma e l’evento è stato patrocinato dal Ministero dello Sviluppo Economico, dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma. Per l’alto valore sociale, ChancExpo, che è alla sua seconda edizione, ha ricevuto il Premio di rappresentanza del Presidente della Repubblica.

Le opportunità nel franchising

Nei 7.000 metri quadrati dell’esposizione erano presenti 120 aziende, molte delle quali offrivano la possibilità di avviare un’attività in franchising: marchi prestigiosi e più o meno noti che offrono l’opportunità di affiliarsi. Vediamone qualcuno.

MondadoriPer aprire un’edicola, o una libreria ad esempio c’è l’opportunità offerta dalla Mondadori, con “edicolè” o “in Mondadori”. Il format Edicolè è diretto a chi ha un negozio (di proprietà o in affitto) di almeno 50 mq e una licenza commerciale per l’edicola. L’investimento economico richiesto è limitato alle attrezzature di base (PC, stampante, registratore di cassa, lettore ottico, fax) e all’arredamento (per il quale la Mondadori ha una convenzione di finanziamento con un istituto bancario per il 75% dell’importo). L’investimento totale può andare quindi dai 20mila ai 50mila euro a fronte di un fatturato medio annuale che va dai 70mila ai 200mila euro.
La Mondadori firma un contratto con il suo affiliato della durata di 6 anni con tacito rinnovo ogni tre anni (se non si vuol rinnovare il contratto si deve avvisare la casa madre, altrimenti è rinnovato automaticamente) ma richiede che il negozio sia in una zona in cui non c’è concorrenza di altre edicole.
La casa madre rifornisce di libri, cartoleria, giochi, dvd, cd, gadget, ecc. il proprio affiliato e il pagamento avviene solo sul venduto. Non è richiesta alcuna esperienza nel settore né si devono dare royalty o fee d’ingresso. Sarà la Mondadori a formare i propri affiliati gratuitamente e darà loro assistenza, sempre gratuita, sia durante la fase di apertura che per tutta la durata del contratto. Inoltre, fornirà tutto il materiale promozionale. Per informazioni sviluppo@edicolee.com.

Per le librerie invece la superficie di vendita deve essere di minimo 140 mq in una zona di forte transito in città di almeno 40mila abitanti, o in un centro commerciale.
Anche in questo caso i libri vengono forniti in conto deposito (pagamento solo a vendita effettuata) e il contratto è di 6 anni con tacito rinnovo ogni 3, ma c’è un fee d’ingresso pari a 15.500 euro + IVA. La Mondadori offre gli stessi vantaggi del format Edicolè, qui l’investimento iniziale è però ovviamente più elevato, visto il Fee d’ingresso, ma anche perché lo spazio di vendita è più grande e dunque arredarlo costa di più. Il fatturato medio annuale non è prevedibile in quanto varia a seconda della superficie del locale e dell’afflusso di clienti dovuto alla posizione del negozio. Gli investimenti iniziali vanno da 50mila a 100mila euro.
La Mondadori cura la distribuzione di oltre 600 editori e rifornisce i propri affiliati anche di cartoleria, giochi, cd musicali e dvd. Per informazioni sviluppo@libreriemondadori.com.

Tra le opportunità di affiliarsi erano presenti anche quelle offerte da Est Solving, che si occupa di energia verde (solare termico, solare fotovoltaico, cogenerazione, riscaldamento passivo elettrico, ecc.) un campo etico che offre interessanti prospettive di sviluppo, ma purtroppo l’addetta allo stand che abbiamo interpellato non è stata in grado di fornirci informazioni e tutto ciò che abbiamo potuto fare è stato prenderci un volantino con il loro numero 800.943324.

Molti i marchi presenti nel campo dell’estetica che offrivano opportunità di affiliarsi. Vediamone qualcuno: “Equivalenza”, il nuovo modo di acquistare il profumo. Un’idea originale che potrebbe destare interesse: una profumeria di alta qualità che vende il profumo sfuso, non a boccette. In effetti, molto denaro si spende più per le eleganti confezioni e le boccette di vetro dalle forme più diverse che non per il prodotto in sé, che solitamente viene realizzato a costi bassi. Di conseguenza, la filosofia dell’azienda è quella di creare una profumeria di alta qualità low cost.
Il modello di negozio Equivalenza è economico, dunque prevede un investimento minimo, pari a 20mila euro, che comprende tutto. Attualmente nel mondo ci sono 250 negozi Equivalenza, in Italia stanno aprendo ora il proprio giro di affari e dunque cercano affiliati che vendano i propri prodotti (oltre al profumo per la persona, producono profumi per la casa). Nei 20mila euro di investimento per entrare a far parte del loro circuito è compreso l’arredamento fatto con mobili personalizzati forniti da Equivalenza e persino il software e l’hardware (PC, stampante, ecc.) necessari. Non sono dovute né royalties né canoni. Essendo così basso e tutto compreso, l’investimento rientra in tempi rapidi anche perché i margini di profitto sono alti.

marchi

Un altro marchio presente nel campo dell’estetica era “Seta”, epilazione permanente a luce pulsata. Offre l’opportunità di aprire in franchising un Centro Seta e di aggiungerlo ai 25 già presenti in Italia. Anche in questo caso si tratta di un investimento “chiavi in mano”, con basso costo iniziale, poiché la spesa è di 22mila euro. Seta è un marchio italiano che utilizza una tecnologia sicura con apparecchiature di ultima generazione, dal momento che la foto epilazione con luce pulsata è ritenuta l’ultimo prodotto della ricerca europea in questo particolare campo. In Europa la utilizzano già in 5.000 centri estetici e la domanda è in forte espansione.

La casa  madre offre ai propri affiliati la propria consulenza (compresa quella scientifica), la formazione, il piano di comunicazione, agevolazioni finanziarie. Richiede che il centro venga aperto in una città o cittadina con almeno 10mila abitanti e dà diritto di esclusività. Se non si hanno tutti i 22mila euro necessari, Seta stessa offre una consulenza finanziaria per ottenere agevolazioni e finanziamenti anche a fondo perduto. Basta pertanto avere una quota di investimento pari a 7mila euro. Per informazioni si può scrivere a info@setaepilazione.it.

Un altro settore che sembra essere in espansione è il commercio aureo. I famosi cartelli “compro oro” che vedete in giro per le città sono di mercanti di oro e altri metalli preziosi come l’argento. In questo caso il marchio è “Aurea cash” e offre l’opportunità di affiliarsi scegliendo tra le loro varie proposte nel mercato dell’usato. Proposte che hanno chiamato: oro (si apre l’attività con 5.500 euro), argento (si parte con 3.500 euro), platino (con 7.000 euro) e diamante (con 13.000 euro) a seconda di ciò che offrono.
Caratteristiche base uguali per tutti sono le seguenti: offrono l’esclusiva di zona, formazione e assistenza per tutta la durata del contratto, comunicazione e pubblicità integrata; ritirano l’oro acquistato direttamente nel punto vendita dell’affiliato pagandolo immediatamente, non chiedono fee di ingresso, non chiedono royalty nel primo anno di attività, ci sono costi di gestione molto bassi. Sono autorizzati a svolgere questa attività commerciale dalla Banca d’Italia. Per informazioni il numero è 800.148765.

E, tra le altre possibilità di aprire un’attività in franchising, ne citiamo ancora alcune rapidamente:
“Original Cigarettes”, per aprire un negozio di sigarette elettroniche, a norma CE, senza Fee d’ingresso né royalty e con una formula detta “Bonus investimento zero” che permette la restituzione dell’investimento iniziale (info@originalcigarettes.it);
 “Fotodigitaldiscount”, che ha già più di 300 punti vendita in Italia con i suoi negozi multi servizi che offrono stampa foto, stampa su gadget e merchandising, servizi tipografici, vendita accessori e apparecchi fotografici, cartucce per stampanti, gadget. Costi iniziali bassi, assistenza continua, totale libertà di gestione (800.456955);
“Lavanda di Sonia”, linea cosmetica di lavanda e fiori, ceramiche profumate, linea alimentare. Anche in questo caso i costi iniziali sono ridotti e c’è l’assistenza continua della casa madre. Il locale può anche essere piccolo, si ha piena libertà, non si fa contratto. Il primo percorso conoscitivo è gratuito e senza impegno (info@lavandadisonia.it);
“Real color recycling”, per aprire un centro di ricostruzione cartucce per la stampa. Si fa risparmiare il cliente, il lavoro è facile e con ampi margini di guadagno e si salvaguarda l’ambiente. Investimento iniziale minimo e alla portata di tutti (800.913438).

La formazione per la ricerca del lavoro

Tra gli stand era presente anche quello della Provincia di Roma, che dava informazioni sui propri portali di incontro tra domanda e offerta di lavoro. In particolare, per chi vuol lavorare all’estero, la Provincia ha on line il servizio EURES, o meglio yourfirsteuresjob.eu, diretto ai giovani di età fra i 18 e i 30 anni. Chiunque può iscriversi al servizio: le aziende di tutta Europa che cercano dipendenti di questa età (tra l’altro è anche previsto un contributo finanziario per le PMI allo scopo di coprire i costi di formazione dei neoassunti con contratto di almeno sei mesi); i ragazzi che cercano lavoro e che possono inserire il proprio curriculum vitae (anche per loro c’è un contributo economico che copre le spese di viaggio se si è assunti per almeno sei mesi). Il servizio è personalizzato e gratuito ma è tutto in inglese.
La Provincia di Roma distribuiva un depliant informativo dal titolo “cercare lavoro è un lavoro”, guida alla ricerca attiva, con alcuni consigli utili e le informazioni sui vari seminari, recruitment day, career day, job club che vengono organizzati sistematicamente dalle istituzioni. Molte informazioni su di essi si possono trovare anche sul sito portafuturo.it.
 
E oltre alla Provincia erano presenti anche settori della Regione Lazio riguardanti la formazione, come ad esempio l’associazione Cnos-Fap Regione Lazio (cnosfaplazio.it) che illustrava i propri percorsi triennali (ma anche biennali) di istruzione e formazione professionale gratuiti e per ragazzi trai 14 e i 18 anni di età in possesso di licenza media.
In particolare sono stati attivati quelli di operatore elettronico (per sistemi informatici e web), operatore di veicoli a motore (carrozziere), operatore meccanico (serramentista in alluminio), operatore grafico (stampa e allestimento e multimedialità), operatore elettrico (per impianti sia civili sia industriali nonché automazione industriale), operatore meccanico (programmazione e guida di macchine utensili), operatore riparazione veicoli a motore (un corso specifico per gli autoveicoli e uno per i motoveicoli), operatore servizi di vendita. Tutti questi corsi sono gratuiti e danno un attestato di qualifica professionale spendibile sul mercato del lavoro. Ci sono due sedi orientative (e altre per fare i corsi): Borgo ragazzi don Bosco (06.2591323) e Teresa Gerini (06.40815070).

Un altro centro di formazione accreditato presso la Regione Lazio è  Endo-Fap Lazio. Nato nel 1954 si occupa principalmente di formazione giovanile, ma anche di formazione continua.  I suoi corsi sono in italiano e in inglese. Attualmente sono attivi quelli di Operatore grafico indirizzo multimedia, operatore impianti termo-idraulici, operatore elettrico, operatore alla riparazione dei veicoli a motore, operatore del benessere – indirizzo estetica, operatore elettronico. Endo-Fap Lazio ente Don Orione si trova in via della Camilluccia a Roma (06.35420803). Anche in questo caso i percorsi di istruzione e formazione professionale sono triennali e portano al conseguimento di un attestato di qualifica professionale. Sono diretti ai giovani di età 14/16 anni in possesso di licenza media. Al termine dei percorsi triennali si può anche decidere di continuare gli studi con il quarto e quinto anno per conseguire il diploma di maturità.

Formazione e orientamento professionale offerti anche da Ciofs fp Lazio, il centro italiano opere femminili salesiane. Destinatati dei corsi formativi sono i giovani, le donne, i disoccupati, gli stranieri e le fasce deboli. Anche in questo caso si prevedono percorsi triennali di istruzione e formazione professionale, formazione per l’apprendistato diretta a giovani assunti appunto come apprendisti, formazione superiore per i giovani diplomati finalizzata all’inserimento universitario (IFTS), formazione continua, formazione permanente. La differenza in questi due ultimi casi è la seguente: la formazione continua è per i lavoratori coinvolti nei processi di transizione (mobilità, cassa integrazione, ecc.), quella permanente è rivolta a tutti i lavoratori (e non) che vogliono migliorare le proprie competenze. Ciofs fp Lazio ha varie sedi a Roma e dintorni. Diamo i numeri telefonici di quelle di orientamento, che si trovano tutte a Roma: Testaccio – 06.57287474; Cinecittà – 06.71072106; Nuovo Salario – 06.87201620.

Ma l’offerta formativa gratuita presente nel Salone non è finita: corsi triennali per ragazzi dai 14 ai 18 anni sono offerti anche da ENGIM formazione professionale per operatore elettronico, operatore elettrico, operatore amministrativo segretariale, operatore del benessere – estetista, operatore del benessere – acconciatore, operatore meccanico. Informazioni al n. 06.5534031.

{gallery}2013/R1-1037/G{/gallery}

Infine, sempre riguardo alla formazione, variamo il genere. Era presente infatti lo stand di Max Formisano Training: “formazione per Public Speaker e Trainer eccellenti”, come cita il loro slogan. In pratica viene offerta la formazione ai formatori, tramite un master in cinque sessioni o uno in quattro dai rispettivi titoli “Master formazione formatori” e “Self Power”, quest’ultimo un self coaching, per la guida di sé stessi prima ancora che degli altri, alla realizzazione degli obiettivi. Come si sa, i master sono a pagamento, ma questo offre la garanzia soddisfatti o rimborsati e la possibilità di rifrequentare gratuitamente, a vita, tutto il percorso o i singoli corsi. Al termine dell’intero percorso formativo si otterrà l’attestato di Trainer Specialist. Info al numero verde 800.144317, sede dei corsi a Roma.

 

 

Condividi