Bando : In Veneto 10 milioni per le politiche attive del lavoro

Gondolieri e coperture da lavoro

In Veneto 10 milioni per le politiche attive del lavoro

È attivo fino al 15 dicembre il nuovo bando a sportello per imprese e lavoratori a rischio di esclusione dal mercato del lavoro

Coaching, formazione, tirocini per il reinserimento lavorativo, tecniche di ricerca d’impiego: è variegata l’azione prevista dal bando dedicato alle “politiche attive del lavoro” di recente presentato dalla Regione Veneto. Si tratta di un corposo documento, che trovate in allegato, che si propone due obiettivi fondamentali:

da una parte favorire l’inserimento o il reimpiego lavorativo di lavoratori e lavoratrici sospese in Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria o in Deroga (CIGS o CIG in deroga), così come disoccupati di lunga durata o lavoratori in mobilità per sviluppare le competenze necessarie a rispondere ai fabbisogni professionali dell’attuale mercato del lavoro; dall’altra sostenere le imprese in crisi nei processi di adeguamento dell’offerta dei prodotti e servizi e dei processi produttivi e organizzativi alle sfide imposte dall’attuale contesto economico. I progetti finanziabili con i 10 milioni di euro stanziati si possono identificare come “progetti di inserimento o reinserimento lavorativo” e “progetti per il rilancio aziendale”.

Soffermandoci in particolare sulla tipologia di finanziamento dedicata al rilancio aziendale, l’obiettivo del bando è quello di sostenere le imprese che hanno richiesto e ottenuto CIGS o CIG in deroga a rilanciare la produttività e l’occupazione, adeguando e valorizzando il profilo delle competenze dei lavoratori sospesi, che altrimenti potrebbero andare gradualmente a perdere la qualità della loro storia professionale e della loro formazione pregressa.

canale venezia

Il bando è aperto fino al 15 dicembre 2013 e si attua in modalità a sportello.

Per tutte le informazioni relative all’avvio della pratica e alle tempistiche, oltre a consultare gli allegati, si può contattare la Direzione Lavoro della Regione Veneto ai numeri 041/279.5305-5002-5252 o all’indirizzo mail servizilavoro@regione.veneto.it.
 
Agnese Fedeli

 

Allegati

pdf DGR_POLITICHE-ATTIVE.pdf
pdf DGR_POLITICHE-ATTIVE_All-A.pdf
pdf DGR_POLITICHE-ATTIVE_All-B.pdf

Condividi